Ravenna: parchi, Eugenio Fusignani alla quinta edizione di "Mediterre"

Ravenna: parchi, Eugenio Fusignani alla quinta edizione di "Mediterre"

RAVENNA - L'assessore provinciale ai parchi e riserve naturali, Eugenio Fusignani, partecipa alla quinta edizione di Mediterre, la Fiera dei Parchi del Mediterraneo, in programma a Bari fino all'11 maggio nella Fiera del Levante. "Terra, acqua, fuoco" è il tema della quinta edizione di questo evento internazionale organizzato da Ministero dell'Ambiente, Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali e Regione Puglia, sotto il Patronato del Presidente della Repubblica e del Commissario all'Ambiente dell'Unione Europea, Stavros Dimas.

 

Oggi Fusignani parteciperà al convegno su "Incendi boschivi: prevenzione, tutela e recupero nelle aree protette" a cura di Federparchi, cui la Provincia ha appena rinnovato la propria adesione, per testimoniare l'esperienza all'avanguardia della nostra provincia in questo campo.

 

Domani, l'assessore seguirà i lavori del workshop "La conservazione delle aree carsiche. Esperienze in Italia e a livello internazionale" per uno scambio di informazioni utile nell' ottica del Parco della vena dei gessi romagnola.

 

"L'iniziativa, in considerazione del consenso e della partecipazione registrati nelle scorse edizioni, riafferma il tema della cooperazione nell'ambito delle azioni di conservazione della natura e di sviluppo locale sostenibile. Mediterre è l'occasione per conoscere e condividere risultati raggiunti e buone pratiche. Qui maturano progetti comuni e si promuovono prodotti e iniziative, s'incontrano gli operatori del settore e si conosce lo stato dell'arte dei diversi ambiti della conservazione della natura e dello sviluppo sostenibile".

 

Mediterre infatti è dedicata ad autorità nazionali e locali, enti di gestione dei parchi e delle riserve naturali, istituzioni scientifiche e di ricerca, imprese e associazioni che operano nella conservazione della natura del bacino del Mediterraneo.

 

"Al pari delle precedenti edizioni - spiega Fusignani - Mediterre si propone come un fondamentale momento di incontro e di scambio di esperienze tra le aree protette e tutti gli altri soggetti che operano per la tutela del bacino del Mediterraneo, un territorio esteso su 2milioni 300mila chilometri quadrati, nel quale vivono e lavorano circa 427 milioni di persone.

 

Questa regione, di cui la nostra provincia è parte integrante, rappresenta solo l'1.5-2% della superficie di terre emerse, ma vi si ritrovano 25mila specie di piante ed è un importante snodo delle rotte migratorie per almeno 150 specie di uccelli. La ricchezza di biodiversità è tutelata nei Paesi del Mediterraneo da aree naturali protette estese per circa 37 milioni di ettari, che rappresentano il 4,3% del territorio complessivo dei Paesi". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -