RAVENNA - Partito il piano di riassetto degli uffici comunali

RAVENNA - Partito il piano di riassetto degli uffici comunali

RAVENNA - E’ partito il riassetto delle sedi degli uffici comunali. Un’operazione stabilita negli anni scorsi e che oggi prende il via con il trasferimento da luglio di molti uffici tecnici (vedi scheda) nel nuovo palazzo di via Berlinguer.

Il criterio guida che accompagna le scelta di trasferire gli uffici nei palazzi comunali di proprietà è duplice: ridurre le spese degli affitti dei locali occupati non di proprietà, e valorizzare gli edifici di proprietà del Comune siti nel centro storico per renderli fruibili al massimo anche attraverso accorpamenti funzionali di servizi.


Ecco come avverranno gli avvicendamenti delle sedi:

Nel nuovo palazzo di via Berlinguer troveranno sede entro luglio gli uffici tecnici che attualmente sono collocati in via Morigia, in via S.Vitale e in via Ponte Marino. Il trasferimento interessa quindi i servizi dell’Area Infrastrutture civili, cioè edilizia scolastica e pubblica, impianti, strade, ciclo idrico integrato (fognature), programmazione pianificazione e sicurezza sul lavoro, geologico e protezione civile, la segreteria e l’assessorato ai Lavori pubblici. Sempre in via Berlinguer si trasferirà il servizio mobilità e relativo assessorato attualmente in piazzale Farini 21.

Entro l’estate gli uffici delle politiche giovanili, del volontariato e delle pari opportunità, attualmente in via Alberoni 16, e gli uffici del servizio Informagiovani, oggi in via Da Polenta, si trasferiranno nel nuovo palazzo restaurato Alessandro Rasponi (ex tribunale) di via D’Azeglio.


In base alle ultime verifiche tecniche effettuate al palazzetto Anagrafe (vedi scheda) in base alle quali è risultato necessario realizzare interventi di adeguamento e rifunzionalizzazione e di miglioramento sismico per una spesa di oltre un milione di euro, si è inoltre deciso di trasferire entro l’autunno, nella struttura di via Berlinguer, anche l’Anagrafe. Il trasferimento, temporaneo, consentirà di proseguire l’intervento di ristrutturazione nello storico edificio di proprietà comunale. Tuttavia, rimarrà presente nel centro storico uno sportello per la certificazione anagrafica nei locali di via Da Polenta che ospiteranno anche l’ufficio relazioni con il pubblico (Urp) e quello del Difensore civico.


In via Morigia, invece, nei locali lasciati liberi dall’Area infrastrutture civili troveranno spazio, entro l’autunno, l’ assessorato e gli uffici dei Servizi sociali, lo sport, l’Area politiche di sostegno, l’Ufficio politiche europee, il Controllo di gestione e gli uffici del servizio acquisti e utenze.

Nel medesimo periodo, il reparto Automazione si trasferirà da via Gordini 15 a via Gardini, 2 (palazzo di vetro) mentre il servizio economato, oggi in via Mafalda di Savoia, sarà collocato nella residenza municipale in piazza del Popolo. L’assessorato e gli uffici Cultura, attualmente in via Gordini, 15 andranno a Casa Melandri, in via Ponte Marino 2. Si libereranno così i locali in affitto di via Gordini 15.


A inizio settembre partirà un ulteriore stralcio dei lavori di ristrutturazione di Palazzo Alessandro Rasponi di via D’Azeglio (ex tribunale) (vedi scheda) che, nell’arco di un paio di anni, creerà le condizioni per il trasferimento nei locali dell’edificio di circa una trentina di postazioni di lavoro.


I contratti in locazione che verranno conclusi:

L’avvicendamento delle sedi prevede l’abbandono da subito delle seguenti sedi in locazione: via S.Vitale, 8, via Gordini, 15 e via Teodorico; un’operazione che, unitamente alla ricontrattazione di altri affitti, consentirà al Comune di risparmiare complessivamente 239.702 euro l’anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si prevede inoltre il trasferimento futuro degli uffici che attualmente occupano i locali di via S.Agata 48, via mura di Porta Serrata e piazzale Farini 21, che verranno ceduti in permuta, in quello che diventerà il nuovo polo nell’area adiacente via Berlinguer (vedi scheda) attualmente in fase di appalto.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -