Ravenna, PdL all'attacco: i debiti della Provincia sforano i parametri

Ravenna, PdL all'attacco: i debiti della Provincia sforano i parametri

Ravenna, PdL all'attacco: i debiti della Provincia sforano i parametri

RAVENNA - Il livello di indebitamento della Provincia di Ravenna "sfora i parametri ministeriali". Lo afferma il consigliere provinciale An-Pdl Massimo Mazzolani, annunciando il suo "voto negativo" al bilancio consuntivo 2009 della Provincia, poi approvato nella seduta di oggi. Il debito dell'Ente di piazza Caduti nel 2009 e' arrivato a 137 milioni di euro. "I parametri prevedono che non sia superiore al 140% delle entrate correnti. Nel nostro caso e' quasi del 160%", spiega Mazzolani.

 

E a proposito di reperimento di risorse per i finanziamenti, il consigliere osserva che la Provincia ha

rinunciato a uno strumento "molto vantaggioso: i prestiti obbligazionari, che costano molto meno rispetto ai mutui con la cassa deposito prestiti". Di fatto, la Provincia di Ravenna aveva inserito nella previsione 2009 l'emissione di bop per due milioni di euro, ma l'operazione si e' conclusa con un nulla di fatto. La spiegazione, secondo Mazzolani, sta in una "mancanza di pianificazione" dell'Ente, perche' "per accedere a questa forma di prestito, bisogna presentare una somma di progetti superiore a un milione di euro. E i lavori pubblici non sono abbastanza organizzati".

 

In generale, il consigliere An-Pdl osserva che "il bilancio soffre molto della rigidita' delle entrate che derivano principalmente da criteri legati al mercato dell'auto", e che "e' auspicabile da tutti che nella riforma degli Enti locali si possa mettere mano alle modalita' di finanziamento dell'Ente che siano piu' legate al reddito prodotto sul territorio e non ad altro". Infine, Mazzolani bacchetta l'amministrazione sulla gestione dell'avanzo, che "ancora una volta viene destinato per l'80% alla

spesa corrente, invece che per gli investimenti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -