Ravenna, piazza del Popolo: "il traliccio c'è ma non si vede"

Ravenna, piazza del Popolo: "il traliccio c'è ma non si vede"

La foto 'ritoccata' senza il traliccio

RAVENNA - Il traliccio c'è, ma non si vede. Si potrebbe riassumere così l'opera di 'foto-ritocco' eseguita dal servizio Turismo del Comune di Ravenna, che su un numero del trimestrale "Welcome to Ravenna" ha fatto letteralmente sparire da una fotografia di piazza del Popolo il traliccio della Telecom installato in via Rasponi, sul retro dello storico palazzo comunale. E Alvaro Ancisi (LpR) è sarcastico: "L'importante non è quello che si fa, ma quello che si fa credere..."

 

GUARDA LA FOTO ORIGINALE E QUELLA RITOCCATA

 

"Tra le brutture che avviliscono le vedute più pregevoli del centro storico di Ravenna - sostiene Ancisi, capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna - figurava da molto tempo, nelle immagini fotografiche scattate da chiunque, il traliccio della Telecom, installato in via G. Rasponi, sul retro dello storico palazzo comunale. Deturpava la prospettiva migliore della piazza del Popolo rivolta verso Palazzo Merlato stesso e il palazzo, altrettanto storico, della Prefettura. La foto ne è un esempio".

 

"La delocalizzazione dell'impianto - dice Ancisi - appariva suggerita sia dalla legislazione regionale sulla salute e la salvaguardia dell'ambiente dall'impatto con le stazioni radio base, sia dal regolamento comunale sulla telefonia mobile cellulare: quest'ultimo, in particolare, riferendosi all'impatto visivo delle stazioni radio base, ne richiede la mitigazione ai fini della "salvaguardia della godibilità dei monumenti e delle aree di particolare pregio"."

 

"Dobbiamo dare atto che, a seguito della richiesta formulata da Lista per Ravenna tramite Alessandro Garofalo, tale delocalizzazione è avvenuta. La foto in uso presso il servizio Turismo del Comune di Ravenna, finanche pubblicata su un numero del trimestrale "Welcome to Ravenna", dimostra che la visuale di piazza del Popolo è stata ripulita dal traliccio Telecom. Agli occhi dei cittadini e dei turisti che osservano di persona la piazza esso è ancora lì, ma nella "cartolina" ad uso pubblicitario un sapiente lifting fotografico l'ha cancellata. Dobbiamo accontentarci, dunque, della delocalizzazione virtuale, in coerenza con lo stile dell'amministrazione comunale secondo cui è importante non quello che si fa, ma quello che si fa credere" conclude il consigliere.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -