Ravenna, porto: sì alla modifica del programma speciale

Ravenna, porto: sì alla modifica del programma speciale

Approvate (contrari pdl e lega, astenuti udc e 5 stelle) le modifiche al Programma Speciale d'Area "Porto di Ravenna", che riguardano la riqualificazione della darsena di città, nella zona tra la stazione ed il mare, a cavallo del canale Candiano. La Regione, con 5 milioni di euro, finanzierà: la manutenzione di tratti stradali in aree d'interesse produttivo (industriale, artigianale e portuale); la riqualificazione urbanistica di alcune zone del litorale ravennate (a Marina di Ravenna, Lido Adriano, Lido di Savio); la costruzione di nuovi percorsi pedonali e di piste ciclabili.


Secondo Gianguido Bazzoni (pdl) è stato stravolto l'Accordo perchè sono stati distratti soldi per interventi sicuramente utili, ma che nulla hanno a che vedere con il porto. ''Si tratta - ha detto - di opere a puro fine elettorale visto che in primavera a Ravenna si vota''. Per Miro Fiammenghi (pd) il piano invece rafforza il collegamento tra il porto e la città, diventando un moltiplicatore di investimenti per la città e per la Regione. Il sottosegretario Alfredo Bertelli ha sottolineato come l'integrazione odierna al programma originario sia una spinta al decollo del porto. Di parere contrario Fabio Filippi (pdl) per il quale si spendono soldi in aree lontane dal porto e per altri scopi. ''Cosa c'entrano - ha detto Filippi - col porto gli interventi previsti a Savio e a lido Adriano? I rifacimenti di marciapiedi, i percorsi pedonali e le piste ciclabili?''. ''Non c'è nessun regalo a Ravenna - gli ha replicato Mario Mazzotti (pdl) - ma semplicemente l'approvazione di un piano d'area concertato per riqualificare appunto un intero territorio''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -