Ravenna, presentato il bilancio di previsione della Provincia

Ravenna, presentato il bilancio di previsione della Provincia

RAVENNA - L'assessore al bilancio, Emanuela Giangrandi, ha presentato al consiglio il bilancio di previsione 2010: "La previsione di tutte le nostre entrate, tributarie, extra tributarie e proprie è in diminuzione sul 2009" ha esordito l'assessore.

 

"La previsione di spesa corrente, al netto delle delegate e vincolate, infatti è ridotta di 2milioni 500mila euro rispetto al bilancio di previsione 2009. Alla forte contrazione del mercato delle autovetture, che aveva già determinato nel 2009 una consistente riduzione delle entrate tributarie, si aggiunge l'effetto della crisi economica anche su altre voci di entrata quali l'addizionale Enel sui consumi extra-domestici. Non si ancora esattamente cosa conterrà la Finanziaria, visto anche il modo con cui si sta affrontando la discussione in Parlamento, ma gli obiettivi triennali del patto di stabilità, che non sono cambiati, ci obbligano a una manovra da 10milioni 164mila euro e riducono drasticamente gli investimenti. Di conseguenza si conferma il contenimento dei mutui/bop a 7milioni 815.384 euro, molto meno di quanto era previsto nei bilanci prima del patto triennale di stabilità per poter realizzare gli investimenti."

 

"In sintesi, il contesto di forte riduzione di tutte le entrate, la stretta sugli investimenti obbligata dal patto di stabilità e la perdurante assenza di norme su ruolo, funzioni e finanziamento delle Province, assenza che rende il federalismo fiscale solo uno slogan vuoto e propagandistico che fa l'effetto di una presa in giro. Tutto questo - sottolinea Emanuela Giangrandi - costringe la Provincia a presentare un bilancio in apnea. In altre parole, nell'attesa che si affrontino e si sciolgano questi nodi possiamo solo trattenere il respiro e resistere alla situazione di incertezza e difficoltà economica."

 

"In questo quadro, così difficile, nel bilancio 2010 sono contenute tre priorità: il sostegno al credito della piccola e media impresa e in agricoltura, oggi più che mai essenziale per la tenuta delle imprese, per cui è confermata la previsione per le coop di garanzia e consorzi fidi per un totale di 247mila euro a cui si aggiungono 75mila euro per agrifidi; la realizzazione degli investimenti, anche grazie ai contributi regionali, previsti per 32milioni di euro, per realizzare le infrastrutture ma anche per aiutare l'economia e l'occupazione; il sostegno alle famiglie attraverso la rete del welfare locale e gli ammortizzatori sociali con i 910mila euro per i tre piani di zona di Ravenna, Lugo e Faenza e le politiche attive per il lavoro. Di conseguenza la spesa corrente è stata ridotta al minimo in tutte le funzioni: spese di funzionamento, trasferimenti e contributi ad altri enti o a privati, spese per iniziative proprie. Le singole voci saranno tarate in corso d'esercizio, sulla base dell'andamento effettivo delle entrate Questo bilancio sarà continuamente monitorato per verificarne l'equilibrio e i possibili miglioramenti."

 

La riduzione della spesa corrente da 85milioni 324.689 euro del bilancio di previsione 2009 ai 64milioni 94.096 euro del bilancio 2010 è dovuta anche alla costituzione dell'agenzia Ambra, avvenuta nel 2009, per la gestione del trasporto pubblico locale. Ora, il trasferimento delle risorse da parte della Regione avviene direttamente all'agenzia, al di fuori del bilancio della Provincia. Resta nelle spese invece la quota a nostro carico di 215mila euro per il trasporto scolastico."

 

"Per quel che riguarda la spesa per il personale - continua Emanuela Giangrandi - a seguito della stabilizzazione degli operatori dei centri per l'impiego realizzata nel 2009, vi è un aumento dei dipendenti a tempo indeterminato, che però si accompagna alla contestuale riduzione del costo totale degli stipendi per circa un milione di euro, perché, da quest'anno, sono a regime le economie realizzate con la riduzione del numero dei dirigenti avvenuta nei due anni precedenti, dando piena concretezza alla scelta della Provincia di investire sui giovani e la stabilità del lavoro e contemporaneamente di dimezzare le professioni apicali."

 

"Infine - conclude l'assessore Emanuela Giangrandi - la previsione degli investimenti, per un totale di 32 milioni di euro, dà continuità alle scelte del bilancio 2009 per la viabilità e i lavori pubblici perché, grazie ai mutui flessibili, il costo delle opere ritenute strategiche dal programma di legislatura sarà distribuito nel triennio 2010-12.

Sarà ridotta la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, ma si investirà sulla qualificazione energetica nell'edilizia scolastica. Sono previsti investimenti anche per le attività produttive e per l'ambiente."

 

La discussione del bilancio avverrà nelle prossime sedute del consiglio, a partire da quella convocata domattina, giovedì 17 dicembre. Il bilancio sarà messo ai voti martedì 12 gennaio 2010.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -