Ravenna, prima edizione di Four Lessons

Ravenna, prima edizione di Four Lessons

RAVENNA - "Investire su giovani e innovazione per tornare a crescere", con queste poche e chiare parole Paola Morigi, segretario generale della Camera di Commercio, spiega le motivazioni che hanno portato l'ente economico ravennate a condividere il progetto di Ravenna Future Lessons la cui prima edizione si apre giovedì 7 ottobre alle 9,30 nei prestigiosi locali della Casa Matha, storica corporazione trecentesca dei pescatori ravennati.

 

Sulla stessa linea anche Lanfranco Gualtieri presidente della Fondazione Cassa di Risparmio e della Fondazione Flaminia di Ravenna che da vent'anni sostiene l'insediamento del polo universitario dell'Alma Mater di Bologna nel ravennate: "Rispetto a temi quali innovazione e tecnologia, turismo e web 2.0 o economia digitale e creatività, per citare solo tre dei cinque argomenti di Ravenna Future Lessons - dichiara Gualtieri - siamo storicamente distanti ma è proprio questo il motivo principale che ci ha portati a dare fiducia ad un progetto che vuole avvicinare di più quelle competenze innovative alle giovani generazioni".

 

A convincere i tanti patrocinatori delle "conferenze per i giovani che si confrontano con il futuro" è stata oltre che la scelta dei temi anche il fatto che come docenti e relatori delle lezioni siano stati individuati esperti molto giovani ma già affermati nel loro ambito. In particolare il Comune di Ravenna ha deciso di inserire Ravenna Future Lessons nei progetti ufficiali per la candidatura a capitale europea della cultura nel 2019 e nel programma culturale della Notte d'Oro (che si svolge il 9 ottobre) insieme con la Scuola Superiore di Studi su Città e Territorio dell'Università di Bologna che ha sede a Ravenna. Tra le adesioni delle associazioni economiche e d'impresa della provincia si distingue in particolare Confindustria Ravenna che ha fatto da apripista all'interno degli organi camerali e che vede il suo vice presidente vicario Andrea Farina, titolare del gruppo informatico Itway e presidente del Terziario Innovativo e Tecnologico dell'Emilia-Romagna, tra i relatori di punta della sezione "innovazione e tecnologia".

 

Farina condividerà il palcoscenico con Carlo Pignatari, direttore di CNA Innovazione e grande esperto di innovazione manageriale nelle PMI e Mafe De Baggis specialista di web community e autrice del saggio "World Wide We" pubblicato da Apogeo nel 2010.

 

E' una miscela inedita quella che ha messo insieme Ravenna Future Lessons, un po' metropolitana e un po' tecno-lab nell'insolita cornice della capitale dei mosaici. Del resto sono proprio da queste felici e pacifiche "invasioni di campo" che nascono fatti nuovi che cambiano ed evolvono la società spesso con una velocità sino a pochi anni fa impensabile. Basta pensare ad esempio al fenomeno dei social network che sta contribuendo a informatizzare l'Italia tanto che oggi su 23,8 milioni di persone connesse a internet oltre 16 milioni sono iscritte a Facebook. Sta emergendo così un mondo nuovo che può dare grandi opportunità alle giovani generazioni grazie anche a combinazioni fino a pochi anni fa impensabili come ad esempio "green economy e neo impresa" "cultura digitale e creatività", "design e ambiente" o "turismo e web 2.0 "che compongono l'offerta di apprendimento e confronto su cui si concentreranno le "lessons" dei relatori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -