Ravenna, primo concerto di Organo e Orchestra nel Romanticismo

Ravenna, primo concerto di Organo e Orchestra nel Romanticismo

Giovedì 16 settembre, ore 21.15, nella Basilica di S. Vitale di Ravenna, ha inizio la settima edizione della rassegna concertistica Organo e Orchestra nel Romanticismo, con un concerto dedicato a Johan Sebastian Bach (1685 - 1750), il genio della musica barocca che fu fonte inesauribile di ispirazione per generazioni di compositori romantici e in modo particolare per gli organisti.

 

In programma i concerti che Bach trascrisse dalla raccolta L'estro armonico op. 3 di Antonio Vivaldi (1678-1741), adattandoli dall'originale destinazione per uno o più strumenti ad arco, a quella in cui per la prima volta il clavicembalo assumeva  rilievo solistico all'interno dell'orchestra. Tra questi è compreso il Concerto per quattro clavicembali BWV 1065, tanto famoso quanto è difficile ascoltarlo dal vivo, per ovvi motivi logistici. L'esecuzione di questo celebre lavoro richiede non solo la presenza di quattro clavicembali, ma anche che gli strumenti provengano da un medesimo costruttore o quanto meno abbiano caratteristiche costruttive molto simili. Circostanza rara che si realizzerà nel concerto di S.Vitale che riunirà quattro interpreti, affermati clavicembalisti, tutti di origine ravennate, noti per l'attività in qualità di docenti di Conservatorio e di concertisti, Andrea Berardi, Marina Scaioli e Silvia Rambaldi, insieme alla giovanissima e promettente Chiara Cattani, diplomatasi in clavicembalo sotto la guida di Silvia Rambaldi.

 

Tutti i concerti sono proposti nella versione originale per archi di Vivaldi e in quella rielaborata da Bach per clavicembalo solista o per organo. In effetti i cambiamenti che Bach apporta a queste opere sono tanto importanti che le trascrizioni possono essere considerate a pieno titolo vere e proprie composizioni, che devono la loro particolare importanza al fatto che si collocano all'inizio della storia del concerto per strumento a tastiera, una forma che, fino al 1750 circa, rimase in Germania un'esclusiva della famiglia Bach.

Interpreti come solisti dei concerti di Vivaldi sono i violinisti Roberto Noferini, Marco Bronzi, Gabriele Raspanti, Eleonora Poletti e il violoncellista Vincenzo Taroni.

L'Orchestra da Camera di Ravenna, gruppo stabile della rassegna, è diretta da Paolo Manetti.

 

Biglietto singolo                    €  10,00

Abbonamento ai 3 concerti   €  25,00

Prevendita: Agenzia Viaggi "La Classense" - via S. Ferruzzi, 9 - tel. 0544 33347

I  biglietti saranno in vendita anche presso il luogo del concerto la sera del concerto a partire dalle ore 20,30 Info:orch.cameravenna@tiscali.it 

www.organoeorchestra.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -