Ravenna, progetto suoni in scena: “In viaggio con Teo”

Ravenna, progetto suoni in scena: “In viaggio con Teo”

RAVENNA - La storia del coniglietto Teo, un cucciolo che ha orecchie lunghe e curiose e vuole ascoltare tutti i suoni, è raccontata da Roberta Colombo e Arianna Sedioli nel libro "In viaggio con Teo". Insieme al racconto sonoro - a ogni immagine corrisponde una traccia audio - alcune pagine per giocare con Teo a  scoprire i suoni della casa, a suonare gli oggetti quotidiani e a costruire strumenti inventati.

 

Le fotografie sono di Stefano Tedioli, le sonorità originali sono di Alessandro Palombella. Le illustrazioni e la grafica sono di Marilena Benini. Il libro è una produzione editoriale Artesonoraperibambini-Teatro del Drago ed è stato realizzato grazie al contributo della Fondazione Monte.

 

"In viaggio con Teo sarà regalato a tutti i gruppi di nido e alle classi di scuola d' infanzia e primaria in visita alla mostra CHICCHI DI SUONO e ai partecipanti alla giornata di studio e workshop del 26 e 27 novembre presso il MAR di Ravenna (via di Roma 13) con inizio alle ore 16, che sarà introdotta e coordinata dall'assessore alle politiche sociali e sanitarie della Provincia Emanuela Giangrandi.

 

"In viaggio con Teo fa parte del progetto "SUONI IN SCENA", che contiene diversi momenti di esposizione, divulgazione, approfondimento e spettacolo dedicati al rapporto tra la musica, i suoni e la crescita dei bambini" spiega Emanuela Giangrandi. "Vera e propria forma di comunicazione la musica entra in gioco nella vita del bambino fin dai suoi inizi e gli permette di interagire con gli altri e con l'ambiente. Il fare musica in famiglia giocando con la voce e con i suoni rafforza il legame affettivo tra adulto e bambino ed è fonte di benessere. La musica aiuta il bambino ad esprimere idee ed emozioni e a sviluppare la propria immaginazione e creatività."

 

"Forte dell'esperienza e dei risultati raggiunti con il progetto "Nati per leggere", la  Provincia di Ravenna sostiene con convinzione questo nuovo percorso, innanzitutto perché promuove la salute ed il benessere dei più piccoli" sottolinea Emanuela Giangrandi. "Per raggiungere questo obbiettivo è necessaria una rete che connetta tra loro diversi attori fondamentali nella crescita e nell'educazione dei bambini. Per primi i genitori,  infatti questo progetto è anche un sostegno culturale e relazionale alle famiglie. Poi i professionisti della salute dei più piccoli, a partire dai pediatri, fondamentali alleati delle famiglie e risorsa della comunità. Infine proprio la comunità, con le sue istituzioni, dalla Provincia al Comune di Ravenna, e con i suoi servizi dedicati all'infanzia, i nidi e le scuole materne, le biblioteche,  e tutti gli educatori che animano questi luoghi così fondamentali per la qualità sociale,  civile e culturale del nostro territorio."

 

"Questo libro, bello da vedere con le sue immagini ed i suoi colori e stimolante da ascoltare con il cd che ne è parte integrante, è un frutto prezioso che cogliamo grazie al lavoro e alla creatività di Arianna Sedioli e Roberta Colombo, vere anime di questo progetto. Mi auguro però che sia anche un seme da diffondere per  fare germogliare nuove idee, nuovi progetti e nuovi attori. Ne abbiamo bisogno - conclude Emanuela Giangrandi - se vogliamo  sviluppare le potenzialità espressive e creative delle persone,  il nostro vero capitale su cui investire,  sin da quando sono bambini."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -