Ravenna, provocazione al cantiere della moschea. Condana della rete anti-razzismo

Ravenna, provocazione al cantiere della moschea. Condana della rete anti-razzismo

RAVENNA - La Rete civile contro il razzismo e la xenofobia di Ravenna condanna l'atto vandalico avvenuto nel cantiere della moschea a Ravenna, poiché non è solo un gesto di vigliaccheria nei confronti della comunità islamica ma un gesto che offende tutta la città. La moschea, come tutti i luoghi di culto di qualsiasi religione, è costituzionalmente legittima e garantita. Oltraggiarla è un reato, così come è un reato il recente oltraggio al Centro islamico e alla sede dell'associazione Life di via Ravegnana.

 

"Siamo di fronte a un segno di insofferenza e disprezzo verso il pluralismo culturale e religioso.  Nei giorni di massimo impegno della cittadinanza ravennate per ricordare il centocinquantesimo anniversario dell'Unità nazionale e nella settimana nazionale contro il razzismo, qualcuno ha agito con cinismo e disprezzo contro un luogo di grande rilevanza simbolica. Ravenna, candidata a capitale europea della cultura, non merita gesti di tale violenza e razzismo. La comunità islamica ravennate non è sola. Insieme continueremo la nostra azione civile di vigilanza e solidarietà nella difesa dei diritti di tutte e di tutti, di ogni opinione politica, di ogni fede religiosa, di ogni cultura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Auspichiamo che le forze dell'ordine facciano chiarezza al più presto individuando i responsabili e come sottolineato dal sindaco Fabrizio Matteucci, ci aspettiamo una unanime condanna da tutte le forze civili e politiche".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -