Ravenna, pubblicità abusiva. Federpubblicità incontra Prefetto e comandante della PolStrada

Ravenna, pubblicità abusiva. Federpubblicità incontra Prefetto e comandante della PolStrada

RAVENNA - Federpubblicità, associazione dei pubblicitari aderenti a Confesercenti, dopo aver sottolineato, con il comunicato stampa dello scorso settembre, le importanti modifiche apportate al Codice della Strada al fine di contrastare la pubblicità abusiva, ha avviato nei mesi scorsi una serie di confronti con i rappresentanti di Ravenna della Polizia Municipale e Polizia Stradale.

 

A conclusione dei confronti bilaterali martedì mattina Nevio Ronconi e Giacomo Costantini, rispettivamente Presidente e Coordinatore Provinciale di Federpubblicità, hanno incontrato il Prefetto Riccardo Compagnucci e il Comandante della Polizia Stradale Angelo Tancredi con l'obiettivo di mantenere a livello provinciale indirizzo e coordinamento per gli interventi di contrasto alla pubblicità abusiva.

 

Infatti le modifiche introdotte all'art.23 del Codice della Strada, che regolamenta la pubblicità sulle strade, grazie alla legge n. 120 del 29 luglio 2010 "Disposizioni in materia di sicurezza stradale" permettono l'accesso sul fondo privato ove è collocato il mezzo pubblicitario abusivo a tutti gli organi di polizia stradale previsti. Un'ulteriore modifica che introduce un termine di 60 giorni dopo i quali l'ente può liberamente disporre del mezzo pubblicitario, quindi anche procedendo alla sua distruzione.

 

Il Prefetto tenendo conto delle istanze promosse da Federpubblicità ha proposto di avviare nei prossimi mesi una serie di azioni in concerto con la Polizia Stradale e i Comuni della Provincia di Ravenna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -