Ravenna: rapina alla Snai di via Newton, usata una pistola giocattolo

Ravenna: rapina alla Snai di via Newton, usata una pistola giocattolo

Ravenna: rapina alla Snai di via Newton, usata una pistola giocattolo

RAVENNA - Rapina aggravata in concorso. E' questa l'accusa per la quale si sono aperte le porte del carcere per i tre banditi responsabili del colpo messo a segno nella tarda serata di domenica al Punto Snai di Ravenna in via Newton. Si tratta di S.C., 21 anni e di C.C., 39 anni, entrambi originari della provincia di Napoli e residenti a Ravenna, e di N.M, una ferrarese di 20 anni residente a Riccione. Tutti sono già noti alle forze dell'ordine per diversi reati.

 

Sul loro curriculum spiccano diverse rapine e accuse per traffico di sostanze stupefacenti. Per la ragazza anche diverse denunce per reati contro il patrimonio. Fondamentale per il buon esito delle indagini sono state le testimonianze fornite dai dipendenti della sala scommesse. La ragazza era entrata al Punto Snai chiedendo se era possibile assistere al match di serie A Milan-Bari. All'ora del fischio di inizio la giovane è stata vista da una dipendente fuori dal locale mentre parlava al telefono.

 

Insospettite dalla giovane, le dipendenti hanno deciso di anticipare le operazioni di chiusura dell'esercizio. Poco prima delle 23, però, hanno fatto irruzione due individui con il volto travisato ed armati di pistola. Questi hanno rinchiuso le dipendenti ed alcuni clienti presenti nel bagno, quindi si sono impossessati di 2.600 euro presenti nelle casse. Dopodichè si sono dileguati a piedi verso via Galilei. Al Punto Snai sono subito intervenute le forze dell'ordine che hanno iniziato la caccia all'uomo.

 

S.C. è stato rintracciato a bordo di un taxi nei pressi della sala scommesse. La ferrarese, invece,, è stata bloccata insieme a C.C. nei pressi della stazione ferroviaria. La giovane poco prima si era rivolta al fidanzato di una delle dipendenti della ricevitoria per chiedere la strada più breve per raggiungere la stazione.

 

Durante la perquisizione, C.C. ha cercato di gettare per terra le chiavi dell'auto di S.C. che si trovava parcheggiata nei pressi del Punto Snai. All'interno della vettura è stata rinvenuta la scatola vuota di una replica di una "Walter" modello "P99"  acquistata in un negozio di Rimini come provato da uno scontrino che si trovava sulla confezione. Gli investigatori non hanno ritrovato l'arma giocattolo, così come parte del bottino: in tutto sono stati recuperati 525 euro, 310 in possesso di C.C. e 215 nelle mani di S.C.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -