Ravenna, record di suicidi. Ancisi (LpR): "Bisogna reagire"

Ravenna, record di suicidi. Ancisi (LpR): "Bisogna reagire"

RAVENNA - "E' mancata, fino ad ora, una qualsiasi dichiarazione del sindaco, che non manca mai sull'attualità locale che ritiene essergli utile, sul record dei suicidi assegnato a Ravenna nella più recente graduatoria dell'Emilia-Romagna. Il fenomeno non è peraltro nuovo a Ravenna, bensì consolidato. Trenta suicidi nel solo anno 2008 non sono pochi neppure a prima vista, ma è il rapporto al numero degli abitanti, 8 suicidi ogni 100 mila, che fa la classifica molto negativa. Ad essi si accompagnano, peraltro, 36 tentati suicidi".

 

Lo ha detto Alvaro Ancisi, capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna.

 

"Questi dati - dice Ancisi - non vanno enfatizzati, perché richiedono approfondimenti dei contesti sociali ed ambientali che le sole cifre non consentono. Non devono, però, neppure essere nascosti sotto il tappeto. Sono comunque una spia di un malessere sociale che non legittima la dimensione di "isola felice" che gli amministratori locali tendono ad attribuire alla nostra realtà territoriale, quanto piuttosto di una società "sazia e disperata", come fu definita dal cardinale Biffi quella della nostra regione. Ma, soprattutto, richiedono alla comunità locale, in generale, di promuovere azioni educative tese a rimuovere la concezione culturale del suicidio come "soluzione" ai mali della vita e alle istituzioni pubbliche, in particolare, di mettere in campo misure specifiche di prevenzione dei suicidi attraverso servizi di monitoraggio delle più frequenti situazioni a rischio e interventi di sostegno psicologico e materiale ai soggetti che le subiscono, come nel caso dei lutti provocati da incidenti, malattie, omicidi, ecc., della perdita prolungata del posto di lavoro, dei dissesti economici o familiari, dei bambini cui vengono a mancare i genitori. Sarebbe forse il caso che i sindaci della provincia, Matteucci in capo, e il presidente dell'amministrazione provinciale si raccordassero per prendere in considerazione che la tendenza al suicidio, così marcata nella popolazione locale, dev'essere fronteggiata attivamente, non accettata passivamente".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -