Ravenna: rifiuti, sconto in bolletta per chi pratica il compostaggio domestico

Ravenna: rifiuti, sconto in bolletta per chi pratica il compostaggio domestico

RAVENNA - Il presidente dell'Agenzia d'ambito per i servizi pubblici di Ravenna, Andrea Mengozzi ha reso noto venerdì mattina quali sono le opportunità di risparmio offerte dall'ultima delibera dell'agenzia relativa alle tariffe per la gestione dei rifiuti urbani.

 

"L'aumento medio, su scala provinciale, della tariffa dei rifiuti  ammonterà a meno di un punto percentuale, compresa l'inflazione" annuncia l'assessore all'ambiente. "E' un dato positivo cui si aggiungono una serie di incentivi alla raccolta differenziata e alla riduzione dei rifiuti che si traducono in sconti sensibili sulla bolletta degli utenti".

 

"La sconto per la raccolta differenziata è riconosciuta per carta/cartone, vetro, plastica, imballaggi metallici (lattine), multimateriale (vetro plastica metalli) e, limitatamente alle zone di Lugo e Ravenna, per batterie ed oli minerali e vegetali. Per questi materiali, se conferiti ad una stazione ecologica attrezzata (SEA), lo sconto è di 15 centesimi per ogni chilo di materiale conferito.

 

Su tutto il territorio dell'ATO si riconosce, a partire dal 1° luglio, alle utenze domestiche uno sconto di 4 euro sulla tariffa variabile per ogni conferimento alle SEA, per un massimo di 3 conferimenti l'anno (per il 2008 per un massimo di 2 conferimenti), delle seguenti tipologie di rifiuti ingombranti: materassi, reti, armadi, poltrone, scrivanie, tavoli e altri diversi dai RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) ma anche RAEE ingombranti (frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, forni a microonde, radiatori elettrici ed altri RAEE simili per dimensione, televisioni e monitor con tubo catodico, televisori e monitori LCD o plasma di almeno 32 pollici)".

 

Mengozzi ha poi illustrato le novità relative al compostaggio domestico che consente una riduzione nella produzione dei rifiuti sfruttando il naturale processo di decomposizione per trasformare i rifiuti organici in compost, cioè fertile terriccio completamente naturale: "In questo modo si dà una mano alla natura a recuperare materia fertile e si evita di accrescere ulteriormente il cumulo dei rifiuti nelle discariche.

 

Il gestore del servizio fornisce gratuitamente le compostiere alle famiglie che ne fanno richiesta o con una semplice telefonata o richiedendola a uno degli sportelli per i rapporti con il pubblico. La compostiera viene ceduta "in comodato d'uso", cioè rimane di proprietà del gestore che la cede all'utente per tutto il tempo che ne farà uso. Le famiglie che hanno già ricevuto una compostiera in provincia di Ravenna sono quasi 2000. Possono richiedere la compostiera gli utenti che risiedono in uno dei 18 Comuni. Tutti i richiedenti devono disporre di un terreno (un giardino o un orto), necessario al corretto impiego della compostiera. L'uso corretto della compostiera dà diritto a uno sconto di 5 euro per ciascun componente il nucleo familiare. Ci sono molti modi per ottenere il compost dai rifiuti organici, e per le case in campagna o per chi possiede un giardino o un orto molto grande può essere più indicata la tecnica del cumulo o concimaia, da farsi a una certa distanza dall'abitazione. Ce ne sono già oltre tremila riconosciute in provincia e anche questi hanno diritto ad uno sconto di 10 euro per ciascun componente del nucleo familiare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -