Ravenna: Romagna Acque, la Provincia approva il bilancio

Ravenna: Romagna Acque, la Provincia approva il bilancio

RAVENNA - La Provincia è socia di Romagna Acque in quanto titolare di 37.742 azioni per un importo complessivo di 19milioni492mila euro pari ad una quota capitale 5, 192070 % del capitale sociale.

 

L'esercizio 2007 di Romagna Acque si chiude con un risultato positivo, al netto delle imposte di 1milione135mila euro con una diminuzione del 66,67% rispetto all'anno precedente.

 

"La diminuzione - ha detto Andrea Mengozzi, illustrando la delibera al consiglio - è da imputare esclusivamente all'andamento meteo climatico caratterizzato da una forte siccità che ha corporato una significativa riduzione delle risorse idriche provenienti dall'invaso di Ridracoli e la conseguente vendita di minori quantitativi di acqua ed energia elettrica. Grazie agli interventi in emergenza per fronteggiare la crisi idrica non si è verificata alcuna disfunzione nell'erogazione del servizio e , pur dovendo affrontare tale inattesa contingenza, la qualità dell'acqua  è rimasta all'interno dei valori indicati dalla normativa vigente. Tra le altre voci di bilancio vale la pena sottolineare la riduzione del costo degli amministratori e l'avvio della realizzazione degli investimenti tesi a dare una risposta strutturale al tema dell'approvvigionamento idrico per la nostra provincia, che sta solo ora uscendo da una situazione di emergenza idrica determinatasi in conseguenza della ridotta piovosità del periodo recente. In particolare, la realizzazione del nuovo potabilizzatore di Ravenna ( NIP 2) e del sistema distributivo dei circa 1000 litri secondo che questo impianto renderà disponibili  comporta l'investimento di circa 73 milioni di euro che Romagna Acque ha già avviato".

 

Romagna Acque  ha deciso di non distribuire dividendi e di destinare l'utile dell'esercizio 2007 a riserva legale per il 5% e a riserva facoltativa e straordinaria per la restante parte.

 

Sono interventi nel dibattito:

 

Cesare Bedeschi ( Forza Italia verso il nuovo partito dei moderati e dei liberali ) " Il bilancio mostra chiaramente che la diminuzione dei profitti è dovuta esclusivamente alla mancanza di acqua. Apprezziamo gli investimenti e  la riduzione delle spese per il Cda e i maggiori ammortamenti pur in presenza di minori ricavi".

 

Eliseo Dalla Vecchia ( pd): " Romagna Acque ha una buona  gestione".

 

Roberto Gualandi ( Pd) ha ricordato come l'esperienze del 2007 deve indurre a porre attenzione all'uso dei pozzi.

 

Francesco Morini (capogruppo udc) ha chiesto delle delucidazioni a proposito del piano degli investimenti, anche alla luce del possibile utilizzo in futuro del nucleare per desalinizzare l'acqua del mare per rendere  autonoma la Romagna.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assessore Mengozzi nella sua replica , prendendo atto dell'impegno condiviso da tutto il consiglio a tutela dell'acqua bene comune indispensabile alla vita della nostra comunità, ha aggiunto che "l'ipotesi nucleare, da lui avversata, qualora davvero realizzabile fornirebbe risposte in tempi lunghi, mentre noi abbiamo bisogno di risposte in  tempi  medio brevi che Romagna Acque è in grado di garantire già con il NIP 2 e gli altri interventi programmati".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -