Ravenna, royalties energetiche. Cna: "Nuova beffa per la città"

Ravenna, royalties energetiche. Cna: "Nuova beffa per la città"

RAVENNA - "Una nuova beffa per Ravenna e per tutta la sua comunità". E' questo il primo commento, a caldo, del presidente provinciale della CNA, Mauro Cassani relativamente alla bocciatura da parte del Senato dell'ordine del giorno del senatore Mercatali che, di fatto, riapriva la possibilità per i cittadini e per le imprese ravennati di poter beneficiare delle royalties per le attività di estrazione di gas a terra e a mare.

 

"Si tratta di una decisione incomprensibile - continua Cassani - che, anche se riguarda cifre modeste, contraddice un principio, quello della compensazione per imprese e cittadini, che noi riteniamo sacrosanto. Come CNA continueremo a rivendicarlo con forza in tutte le sedi politiche locali e nazionali, con i politici di tutti gli schieramenti".

 

"Avevamo sperato - prosegue ancora Cassani - che dopo l'errore compiuto dalla Camera, che aveva rigettato il tempestivo ordine del giorno degli onorevoli Albonetti e Pini, ci fosse stata la possibilità di correre ai ripari. Ma purtroppo così non è stato".

 

"Ora - conclude il Presidente della Confederazione - se si vuole procedere in questa direzione, sarebbe utile che almeno venisse riconosciuto un indennizzo diretto agli Enti Locali con la condizione - come avevamo gia detto - di destinarlo allo sviluppo di progetti che riguardano le fonti rinnovabili che possono rappresentare una concreta opportunità per lo sviluppo economico del nostro territorio".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -