Ravenna: ruba un ombrello, finisce in carcere perchè clandestino

Ravenna: ruba un ombrello, finisce in carcere perchè clandestino

Ravenna: ruba un ombrello, finisce in carcere perchè clandestino

RAVENNA - Sorpreso con un ombrello rubato, è finito in manette per aver fornito false generalità e per inottemperanza ad un decreto di espulsione firmato lo scorso primo marzo dal Questore di Palermo. Nei guai è finito un giovane marocchino di 39 anni, B.B. le sue iniziali. Processato per direttissima, il giudice del tribunale di Ravenna, Monica Galassi, ha convalidato l'arresto, condannandolo ad un anno e dieci mesi di reclusione da scontare in carcere.

 

L'uomo è stato fermato da una pattuglia della Polizia Municipale di Ravenna, impegnato un servizio di pattugliamento per le vie del centro storico in bici. Con lui c'era anche un giovane 22enne russo, già noto alle forze dell'ordine per furti di bici. Il giovane è stato trovato in possesso di una bici da donna rubata, mentre l'extracomunitario con un ombrello rubato dalle borse di una bici parcheggiata in via IV Novembre.

 

Entrambi sono stati denunciati a piede libero, mentre la bici è stata posta sotto sequestro. Il marocchino, oltre all'ombrello, è stato trovato in possesso di abbigliamento rubato presso un grande magazzino cittadino, nonchè di prodotti di cosmesi. I successivi accertamenti hanno permesso di scoprire il suo status di clandestinità in Italia. Da qui l'arresto e la successiva condanna da scontare in carcere.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -