Ravenna: sacro e profano al concerto de "I luoghi dello spirito e del tempo"

Ravenna: sacro e profano al concerto de "I luoghi dello spirito e del tempo"

La collaborazione tra "I Luoghi dello Spirito" e la Fondazione Ravenna Capitale, sostenuta dalla Banca Popolare di Ravenna, porta a un concerto che esplora la tradizione musicale colta di Ravenna, realizzato all'interno del piccolo Anfiteatro della Banca Popolare adiacente al Giardino delle Erbe dimenticate.

Si tratta di un luogo inedito per il Festival, dal quale si può godere di una vista interessante e insolita della città. L'interesse della Fondazione, dell'associazione Collegium Musicum Classense e della Banca Popolare di Ravenna convergono nell'opera di riscoperta e presentazione di aspetti dimenticati della cultura ravennate, e il concerto di stasera è la concreta realizzazione di questa convergenza.

 

L'ensemble dei Luoghi dello Spirito, conformato per l'occasione alle necessità del repertorio musicale del primo ‘600, presenta una selezione del repertorio sacro e profano di autori che hanno operato e quindi che hanno creato la storia della musica a Ravenna.

 

Voce, due violini, violoncello e clavicembalo passeranno dai vivaci madrigali di Benedetto Magni e Giovanni Ghizzolo ai mottetti con strumenti di Elia Vannini e Bernardo Pascoli.

Il concerto avrà luogo alle ore 21 e l'ingresso è gratuito. In caso di pioggia il concerto sarà spostato alla chiesa dei Cappuccini in via Oberdan.

Il prossimo appuntamento sarà giovedì 19 luglio a Brisighella, presso la Pieve del Tho, dove Laura Antonaz e Edoardo Torbianelli presenteranno una selezione del primo repertorio liederistico tedesco, con brani di Mozart e Haydn.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -