Ravenna: scienze ambientali, i coralli al centro della conferenza del giovedì

Ravenna: scienze ambientali, i coralli al centro della conferenza del giovedì

RAVENNA - Nuovo appuntamento il 6 novembre con le "conferenze del giovedì" che il corso di laurea di Scienze Ambientali e la laurea magistrale in Scienze per l'Ambiente dell'Università di Bologna, sede di Ravenna, dedicano a diverse tematiche in campo ambientale.

 

Titolo dell'incontro, relatore Stefano Goffredo, è "Accrescimento, dinamica di popolazione e biologia riproduttiva in coralli del Mediterraneo".

 

I coralli duri (Scleractinia) sono tra i più importanti organismi biomineralizzatori, responsabili della costruzione delle grandi formazioni madreporiche dei mari tropicali (scogliere, barriere coralline e atolli). Gli studi sino ad oggi condotti sulla riproduzione sessuale e dinamica di popolazione dei coralli si riferiscono quasi esclusivamente a forme coloniali della fascia tropicale e subtropicale. Per i coralli solitari e della fascia temperata, in particolare dell'area del Mediterraneo, le informazioni sono scarse o addirittura assenti. La ricerca che presenta il professor Goffredo prende in considerazione l'accrescimento, la dinamica di popolazione e la riproduzione sessuale di due specie mediterranee molto comuni: i coralli solitari Balanophyllia europaea (simbiotica-fotosintezzante, ermafrodita) e Leptopsammia pruvoti (asimbiotica-non fotosintetizzante, gonocorica). Particolare attenzione è dedicata alla relazione tra parametri ambientali (irradianza solare e temperatura del mare) e caratteristiche demografiche delle popolazioni. Gli studi sull'accrescimento hanno portato a ipotizzare che la fotosintesi sia inibita a elevate temperature, e ciò comporta minori risorse energetiche a disposizione del processo di calcificazione.

 

Stefano Goffredo nasce a Bologna nel 1969. Nel 1995 si laurea a Bologna con una tesi sui modelli di accrescimento di coralli del Mar Rosso egiziano. Nel 1996 lavora ad Eilat, Israele, presso l'Interuniversity Institute for Marine Science. Nel 1997 fonda il gruppo di ricerca "Marine Science - Interdisciplinary Research Group" (www.marinesciencegroup.org), presso il Dipartimento di Biologia Evoluzionistica Sperimentale dell'Università di Bologna. Nel 2000 consegue il titolo di Dottore di Ricerca con una tesi sulla dinamica di popolazione e biologia riproduttiva di coralli mediterranei. Collabora con i professori Howard Lasker e Mary Alice Coffroth della State University of New York e con il professor Zvy Dubinsky della Bar-Ilan University. È socio dell'International Society for Reef Studies, dell'American Academy for Underwater Sciences e della Society for Conservation Biology. È responsabile scientifico dei progetti di ricerca patrocinati dal Ministero dell'Ambiente "Missione Hippocampus Mediterraneo", "Sub per l'Ambiente. 2002-2005: Progetto Biodiversità Subacquea del Mediterraneo" e del progetto "STE: Scuba Tourism for the Environment", finanziato dal Governo Egiziano e da altri partner nazionali e internazionali (www.STEproject.org). Nel gennaio 2005 è ricercatore responsabile del primo rilevamento sullo stato delle scogliere coralline dell'arcipelago maldiviano dopo lo Tsunami del 26 dicembre 2004. Nel 2008 è docente ospite al Marine Science Station di Aqaba (Giordania), su fondi della National Science Foundation (Usa; professor Chadwick-Furman), dove insegna modelli di accrescimento e dinamica di popolazione. Nell'ambito della Laurea Specialistica in Biodiversità ed Evoluzione del BES insegna subacquea scientifica. È autore di 18 pubblicazioni scientifiche internazionali.

 

Le "conferenze del giovedì", aperte a tutti, sono in programma alle 14 nell'Aula Magna di Scienze Ambientali, in via dell'Agricoltura 5.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Info: 0544 937301; https://www.ambra.unibo.it/conferenze/sesto_ciclo.html.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -