Ravenna, scuola d'infanzia: più soldi per soddisfare le liste d'attesa

Ravenna, scuola d'infanzia: più soldi per soddisfare le liste d'attesa

RAVENNA - La Provincia assegnerà risorse alle scuole statali dell'infanzia per completare l'orario giornaliero in quelle sei nuove sezioni aperte a settembre funzionanti solo al mattino. "Un atto importante - lo definisce l'assessore all'istruzione Nadia Simoni - che permette di dare risposta al bisogno delle famiglie dei bambini."

 

In provincia i bambini in lista di attesa nella scuola dell'infanzia sono 250, 179 nella scuola dell'infanzia statale.

 

"Il Ministero - precisa Simoni - non ha assegnato docenti per rispondere a questa domanda. Il 30 di agosto, a fronte di un fabbisogno di 23 docenti, ha attribuito 6 posti che hanno permesso di aprire le nuove sezioni statali. I tagli agli organici avrebbero compromesso l'ingresso alla scuola dell'infanzia di tutti i bimbi in lista di attesa, perciò la Regione ha ripetutamente chiesto al Ministero dell'Istruzione altri insegnanti ma senza successo. La Regione, in grave difficoltà di bilancio per i tagli della finanziaria, ha deciso di non permettere che a molti bambini fosse negata l'opportunità educativa e formativa di frequentare la scuola dell'infanzia così ha investito per l'anno scolastico 2010/2011 risorse straordinarie e proprie per 2milioni e 100mila euro da assegnare alle scuole del sistema pubblico d'istruzione."

 

"In provincia - spiega Simoni - le risorse della Regione, pari a 149.680 euro, permetteranno ai bambini frequentanti le 6 nuove sezioni statali di rimandare a scuola anche al pomeriggio. Queste risorse si aggiungono a quelle dei Comuni che si fanno carico da tempo di completare l'orario settimanale nelle altre 10 sezioni statali che, altrimenti, funzionerebbero solo al mattino. Questo accade perché il Ministero a tutt'oggi non le ha completate con docenti."

 

Nel corso di questi anni, per far fronte al mancato impegno del Ministero e per permettere quindi ai bambini della scuola statale di poter frequentare la scuola dell'infanzia, i Comuni hanno investito dai propri bilanci 665mila euro ai quali si aggiungono 20mila euro della Provincia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -