Ravenna, scuola. Matteucci: "Una bacheca telematica per gli studenti del 'Ginanni'"

Ravenna, scuola. Matteucci: "Una bacheca telematica per gli studenti del 'Ginanni'"

RAVENNA - "Assieme alla dirigente scolastica dell'Istituto tecnico commerciale Ginanni di via Carducci, la professoressa Patrizia Ravagli, sto pensando a un modo agevole e semplice per permettere agli studenti di esprimersi pubblicamente, rivolgendosi ai loro compagni di scuola e ai professori". Lo dichiara il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci.

 

"L'idea è quella di mettere, all'ingresso dell'Istituto, uno schermo, un display piuttosto grande, che possa avere una doppia funzione - spiega il primo cittadino -. Da una parte, possa servire alla segreteria per dare informazioni agli studenti; dall'altra possa servire agli studenti stessi, per comunicare tra loro ed esprimere le proprie idee. Una sorta di "bacheca telematica", dove ci sia scambio di pensieri e informazioni, il cui uso andrà ovviamente regolato e discusso assieme ai rappresentanti di istituto".

 

"Non penso a un mezzo "sostitutivo" agli sms, o alle mail, che gli adolescenti usano già per le loro comunicazioni private. Penso a qualcosa di alternativo, rivolto a tutti, per creare dibattito, scambio di opinioni, dialogo nella scuola - chiarisce il sindaco -. È un'idea semplice ma vorremmo metterla alla prova, perché dobbiamo dare più spazio ai ragazzi. L'imprenditore Valerio Maioli mi ha già dato la sua disponibilità a contribuire alla realizzazione del progetto. All'inizio dell'anno scolastico ne discuteremo con gli studenti e gli insegnanti".

 

 "Abbiamo già interpellato - assicura la Ravagli - parte degli studenti e dei genitori e questi hanno aderito con entusiasmo. In questo modo crediamo di poter diminuire il consumo di carta e le scritte sui muri. Infatti nonostante la pulizia annuale i muri esterni della scuola sono sempre pieni di scritte. Ma tra i messaggi lasciati, alcuni hanno anche un valore poetico. Neruda diceva che la poesia è un atto di pace. Speriamo possa essere così. Un comitato, del quale spero farà parte anche il sindaco, garantirà la qualità e l'opportunità dei messaggi pubblicati".

 

Pietro Zini, rappresentante degli studenti dell'istituto ha rinnovato l'apprezzamento per l'iniziativa, chiedendo l'installazione dello schermo già dal primo giorno di scuola per la comunicazione istituzionale, per poi coinvolgere tutti gli studenti nella discussione sull'utilizzo del display per messaggi creativi. La proposta è stata accolta dal Sindaco, compatibilmente con i tempi tecnici di installazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -