Ravenna: seconde case al mare, lotta agli affitti in nero

Ravenna: seconde case al mare, lotta agli affitti in nero

RAVENNA - L'Assessorato al Turismo e il Servizio Sviluppo Economico hanno incontrato nei giorni scorsi, le imprese turistiche ravennati per un approfondimento sull'andamento turistico 2008 delle case e appartamenti per vacanze.

 

L'incontro - spiega l'Assessore Corsini - è stato occasione per analizzare, insieme con gli operatori turistici del territorio,  i dati statistici relativi agli arrivi ed alle presenze nell'anno in corso negli appartamenti gestiti dalle imprese turistiche ed in particolare per individuare le cause della flessione degli arrivi e delle presenze che evidenziano i dati ad ottobre 2008  (sia pur suscettibili dell'incremento relativo ai mesi di novembre e dicembre) rispetto a quelli dell'anno precedente (arrivi: - 291; presenze:- 34.415) e del più consistente calo rispetto ai dati del 2006 (arrivi: -3.402; presenze: -69.640).

 

Dagli interventi dei rappresentanti delle imprese turistiche presenti è emerso che la flessione dei dati del 2008, che si è riscontrata con particolare riferimento ad alcuni lidi, corrisponde ad una effettiva flessione della richiesta di case ed appartamenti per vacanze, peraltro derivante anche da una decrescente disponibilità da parte dei proprietari di appartamenti di qualità adeguata a darli in gestione come case ed appartamenti per vacanze.

 

Gli operatori individuano le cause principali della minore richiesta - riferisce Corsini - nella qualità, spesso inadeguata, degli appartamenti che i privati affittano direttamente ai turisti che pur attirando per un prezzo spesso più modesto, producono l'effetto di disaffezionare il turista verso tale forma di ricettività extra-alberghiera. Al riguardo infatti la recente Direttiva regionale prevede degli standard qualitativi obbligatori (la classificazione in soli) per le case ed appartamenti per vacanze gestiti dalle imprese turistiche, mentre lascia come facoltativa l'acquisizione di tali requisiti per i privati che affittano gli appartamenti direttamente o tramite le agenzie immobiliari, che ad oggi non si sono avvalsi di tale facoltà.

 

A complicare il quadro complessivo si aggiunge il fenomeno degli affitti "in nero" di appartamenti, che fa calare la richiesta di quelli regolari. L'effetto si ripercuote negativamente sullo standard qualitativo delle strutture che, ospitando generalmente un numero superiore di persone rispetto alla reale capacità dell'appartamento e ai requisiti di ricettività, non presentano nemmeno condizioni decorose di manutenzione.

 

Prendendo spunto dalle indicazioni degli operatori - conclude l'Assessore Corsini - intendiamo affrontare i problemi evidenziati inerenti la qualità delle strutture ricettive extralberghiere del nostro territorio con tutti gli strumenti a disposizione dell'Amministrazione comunale, in particolare attivando il prossimo anno un programma di sopralluoghi e controlli, sia delle case ed appartamenti per vacanza, che degli appartamenti gestiti dai privati e dalle agenzie immobiliari che ne hanno dato comunicazione. Parallelamente intendiamo portare all'attenzione degli Enti competenti l'esigenza di maggior controllo e repressione in relazione al fenomeno degli affitti in nero.

A questi interventi si affiancheranno altresì azioni di promozione turistica volte a rendere la nostra città ed i nostri lidi sempre più appetibili e visibili, anche in mercati di livello internazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'obiettivo che intendiamo perseguire è infatti quello di sviluppare sempre di più l'attrattività del nostro territorio promuovendo da un lato l'innalzamento del livello qualitativo delle strutture ricettive, sia alberghiere che extralbeghirere e, dall'altro, mettendo in sinergia risorse non solo locali per una più efficace attività di promozione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -