Ravenna, sentiti dagli inquirenti i pazienti del finto medico

Ravenna, sentiti dagli inquirenti i pazienti del finto medico

Ravenna, sentiti dagli inquirenti i pazienti del finto medico

RAVENNA - Sono stati chiamati in 30 dagli inquirenti, tra questi anche noti avvocati, notai, imprenditori (soprattutto le loro mogli) e commercialisti, da Lugo, Faenza e anche Ravenna. Erano i pazienti di, B.A., un cittadino cinese, denunciato in stato di libertà dai militari della Tenenza di Lugo, una decina di giorni fa. Indossava il camice del medico, anche se non aveva mai conseguito una laurea in Medicina e Chirurgia ma semplicemente un diploma come "massaggiatore-massofisioterapista".

 

>LE IMMAGINI DEL MATERIALE SEQUESTRATO

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sequestro del materiale utilizzato dal presunto truffatore è stato convalidato. All'interno dello studio e dell'abitazione del cinese, a lugo, sono state rinvenute scatole di cartone contenenti aghi per l'agopuntura, 125 confezioni di prodotti cinesi senza alcuna indicazione all'infuori di quelle in lingua cinese, 11 porta cerotti per digitopressione ovvero medicamenti sostitutivi della terapia dell'agopuntura, due martelletti "Sette Stelle" a sette aghi conosciuti come un accessorio per agopuntura, un manichino in gomma riportante il sistema nervoso del corpo umano utilizzato nella tecnica dell'agopuntura, per individuare dove collocare gli aghi e, infine, sigari moxa che vanno messi vicino ai punti di agopuntura da riscaldare.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -