Ravenna: sì al rinnovo con l'associazione che invitò l'ex brigatista Curcio

Ravenna: sì al rinnovo con l'associazione che invitò l'ex brigatista Curcio

Renato Curcio

RAVENNA - "Potremmo si' decidere di disfarci della collaborazione con Mirada, ma dobbiamo sapere che cosi' perderemmo un pezzo importantissimo delle politiche giovanili". Un rischio che l'assessore Ilario Farabegoli, non ha nessuna intenzione di correre. Malgrado le riserve dell'opposizione sul rinnovo la convenzione con l'associazione, finita sotto accusa quest'inverno per aver invitato l'ex brigatista Renato Curcio nella libreria di via Mazzini.

 

Dal '99 a oggi Mirada ha allestito 24 mostre, corredate da cataloghi delle opere dei migliori artisti del graphic design locale, e creato un database di oltre 500 artisti. Ma soprattutto cura un importante festival internazionale del fumetto (Komikazen, giunto alla quarta edizione) e sempre nell'ambito fumettistico ha permesso a Ravenna di entrare a far parte del circuito regionale dei Giovani artisti (Gai). Per il Comune e' abbastanza per giustificare quei 20 mila euro l'anno che la nuova convenzione vuole riconoscere a Mirada di qui al 2012.

 

 

Gianluca Palazzetti (Pdl) mette invece in discussione l'intero documento, chiedendo almeno sia

formalizzato e fatto rispettare l'impegno di non "infangare" piu' l'amministrazione con eventi controversi come quello di Curcio. Anche il repubblicano Alberto Fussi invita alla prudenza: non si puo' imporre niente all'associazione, ma se collabora con il Comune, dice, "in futuro andranno evitati momenti critici".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -