Ravenna, si teme il ritorno prepotente dell'eroina

Ravenna, si teme il ritorno prepotente dell'eroina

Ravenna, si teme il ritorno prepotente dell'eroina

RAVENNA. - "Sempre piu' spesso, negli ultimi tempi, si trova cocaina tagliata con eroina. E' lecito aspettarsi un ritorno di questa seconda droga". Secondo Silvia Briani, direttrice dell'Unita' operativa delle Dipendenze dell'Ausl di Ravenna, sull'uso della cocaina in provincia serve comunque "una riflessione maggiore". Anche se l'eroina resta piu' diffusa, con 336 pazienti (cioe' il 65,6%) sui 512 presi in carico dal servizio nel 2008 (i "nuovi" sono 234; 417 i maschi).

 

L'uso di cocaina, infatti, e' in aumento (dichiarano di usarla 109 pazienti, il 21,3%). E si tratta probabilmente di un consumo piu' diffuso di quanto non sembri, perche' "chi vi ricorre non si consideradipendente e quindi non si rivolge al Sert". tesso discorso vale per la cannabis, per cui solo 55 persone si sono rivolte al servizio.

 

La coca va di piu' fra gli uomini (secondo i dati aggregati di tutti i Sert della provincia di

Ravenna si tratta del 22,4% dei pazienti in carico, contro l'11% di donne), ed e' piu' diffusa negli adulti (piu' della meta' dei dipendenti ha piu' di 35 anni, il 31% e' over 39), mentre i

ragazzi tra i 20 e i 29 anni prediligono lo spinello. Tutte le forme di tossicodipendenza,

comunque, interessano di piu' le classi d'eta' piu' elevate: oltre il 61% dei pazienti ha dai 35 anni in su (sono 110 quelli che hanno tra i 35 e i 39 anni; 201 quelli che oltrepassano la soglia dei 39). Nella generazione dei trenta-trentacinquenni si registra un centinaio di casi, come in quella che va dai 20 ai 30.

 

E' sempre piu' diffusa anche l'associazione di sostanze, riferisce Giovanni Greco, referenze dell'Ausl di Ravenna per l'alcologia e vicepresidente nazionale della Societo' italiana di Alcologia. In particolare l'abbinamento di alcolici e coca, che interessa la fascia dei trenta e quarantenni, cosi' come di alcol e bevande "performanti" o viagra. Fra gli alcolici (sono 225 in totale gli alcolisti presi in carico nel capoluogo), il piu' diffuso resta il vino, mentre la birra e' data in crescita.

 

Tirano sempre di piu' anche i superalcolici, preferiti da donne e giovani. Negli ultimi tempi, pero', si e' diffusa anche una nuova forma di dipendenza: quella dal gioco d'azzardo. A Ravenna il fenomeno e' ancora contenuto (a chiedere l'aiuto del Sert nel 2008 sono state solo 2 persone, 16 in tutta la provincia), ma esiste un gruppo di sostegno che si riunisce ogni giovedi' e psichiatri specializzati nell'organico dell'azienda sanitaria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -