Ravenna, si teme nuovamente per la soppressione del 118 veterinario

Ravenna, si teme nuovamente per la soppressione del 118 veterinario

Ravenna, si teme nuovamente per la soppressione del 118 veterinario

RAVENNA - Le associazioni ecologiste temono per la soppressione del servizio di 118 veterinario per i Comuni di Russi e Cervia. Lo dicono le associazioni animaliste in una loro nota: "Lo scorso anno, proprio alcuni giorni prima del Natale, il Comune di Ravenna aveva mostrato l'intenzione di sopprimere il 118 veterinario. Con un po' di pressing delle associazioni, di face book e la buona volontà di tutti; la convenzione con i veterinari è stata rinnovata e i cittadini possono ancora usufruire del servizio pubblico".

 

Ma quest'anno sembrerebbe ripetersi la storia pre-natalizia: il Comune di Ravenna ha rinnovato la convenzione, ma quelli di Cervia e Russi parrebbero non averne l'intenzione. Dicono le associazioni: "Quindi dal 1 gennaio a Cervia e Russi se un animale ha problemi di salute o sta morendo non ci sarà il servizio 118 per l'intervento. Premesso che si tratta di  un servizio pubblico (e quindi pagato con i nostri soldi) e del quale i cittadini stanno usufruendo, invitiamo le nostri amministrazioni a rispettare la nostra volontà rinnovando immediatamente le convenzioni di Cervia e Russi. Volontà che verrà ovviamente dimostrata anche quest'anno, portando i cittadini in piazza, riaprendo il gruppo di 2000 iscritti su face book e offrendoci alla raccolta fondi qualora Cervia e Russi non ne abbiano disponibilità. Ricordiamo a Cervia e Russi che i soldi pubblici sono i nostri", attaccano L'Occhio Verde, Ravenna Punto a Capo, Cruelty Free, Animal Liberation Onlus, Animalfreedom, Lega per l'Abolizione della Caccia, Clan-destino.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -