Ravenna: sicurezza, da Rosetti (Fiamma) lettera aperta al sindaco Matteucci

Ravenna: sicurezza, da Rosetti (Fiamma) lettera aperta al sindaco Matteucci

RAVENNA - "Questa mattina alle ore 10 circa, ho contato undici venditori-parcheggiatori extracomunitari abusivi nel parcheggio dell'ospedale, sette in piazza Kennedy, due in piazza Baracca. La sfida continua. Idem nelle spiagge. Signor Sindaco, non si può essere amici, tolleranti, compatire, chi se ne "sbatte" altamente dei cittadini, delle leggi, dei rappresentanti istituzionali".

 

Sono queste le prime parole della lettera inviata al sindaco Fabrizio Matteucci da parte di Luca Rosetti, della Fiamma Tricolore di Ravenna, sul tema della sicurezza.

 

"Questo - scrive Rosetti - è il risultato di quella folle distrazione che è iniziata nel lontano 1991! Le avevo già consigliato di diventare il nemico di tutti coloro che entrano in questo stato per calpestare le leggi e mettere in pericolo la nostra sicurezza. Adesso non abbia nessuna vergogna di far rispettare le leggi fino in fondo, perchè la gente è stanca e chiede solo fatti. Non permetta più a chiunque di prendere in giro i Suoi concittadini, Lei stesso e l'istituzione che rappresenta! Nel caso ritenesse opportuno avvalersi anche della nostra collaborazione, rimaniamo a disposizione, ma soprattutto staremo a vedere cosa succederà da domani in poi per decidere come muoverci se nulla dovesse cambiare".

Lo stesso Rosetti aggiunge: "L'altro pomeriggio sono passato dal luogo dell'incidente di via Canale Molinetto, dove sono stati aggrediti i nostri vigili urbani, poco prima del fattaccio. Le ricordo che se fossi transitato nel momento della colluttazione, indipendentemente dal fatto che fossero coinvolti extracomunitari, sarei corso in difesa dei nostri uomini e donne! Questo non perchè sono un "violento" ma per adempiere al mio dovere di cittadino ove possibile".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -