Ravenna, sicurezza e crisi in primo piano. Il 2010 del sindaco

Ravenna, sicurezza e crisi in primo piano. Il 2010 del sindaco

Ravenna, sicurezza e crisi in primo piano. Il 2010 del sindaco

RAVENNA - Sicurezza e crisi in primo piano nell'agenda dell'amministrazione comunale di Ravenna, con gli occhi puntati alle elezioni amministrative. Sono questi i temi principali affrontati dal sindaco, Fabrizio Matteucci, nella tradizionale conferenza stampa di fine anno. Matteucci ha voluto ringraziare il prefetto Riccardo Compagnucci che si appresta a lasciare la citta' dopo un anno e tre mesi di servizio, apprezzandone "il suo lavoro di funzionario dello Stato".

 

"E' un uomo molto in gamba che ha saputo coordinare con grande intelligenza il lavoro delle forze dell'ordine, favorendo la collaborazione fra le varie istituzioni. Mi dispiace che vada via e mi auguro che la sua grande professionalita' sia riconosciuta in modo adeguato per gli incarichi futuri. Ho gia' fatto gli auguri al nuovo Prefetto Bruno Corda- ha aggiunto Matteucci- con il quale continueremo a lavorare per garantire la sicurezza della nostra comunita'".

 

Proprio in materia di sicurezza, il sindaco ha annunciato che "in accordo con la Questura stiamo lavorando ad un progetto di video-sorveglianza che interessera' il quartiere Darsena", che "sara' realizzato a stralci nell'arco del 2011". Inoltre "stiamo studiando un progetto analogo anche per alcune zone di Lido Adriano".

 

Quindi, il sindaco ha affrontato il tema della crisi economica e il sostegno alle famiglie. "Purtroppo- ha affermato- la crisi economica ha colpito anche la nostra realta'. Ci preoccupa in particolare il rischio di un aumento degli sfratti per morosita' nei prossimi mesi. Abbiamo istituito un gruppo di lavoro che definira' nuove linee di azione sulle quali ci confronteremo con tutti i soggetti interessati e con i progetti".

 

Con l'aggravarsi della situazione economica e l'incremento della disoccupazione, il Comune ha rafforzato i propri interventi a sostegno delle famiglie a basso reddito. In particolare, riferisce un comunicato, il Fondo per le agevolazioni sulla tariffa di igiene ambientale (TIA), che esiste da vari anni, e' stato aumentato fino a 210.000 euro, in modo da dare risposta alla totalita' degli aventi diritto. Nel 2009 e' stato costituito un nuovo fondo di 250.000 euro per il rimborso dell'addizionale comunale all'Irpef.

 

L'agevolazione sulla Tia e il rimborso Irpef sono regolamentati con procedure simili, che prevedono un limite Isee di 12.000 euro per l'accesso alle provvidenze e la presentazione della domanda entro il 31 dicembre di ogni anno a Ravenna Entrate, cui il Comune ha affidato la gestione operativa. Le agevolazioni sono riconosciute con l'erogazione di rimborsi nei primi mesi dell'anno successivo a quello di competenza. I beneficiari del rimborso, parziale o totale, della Tia, sono passati dagli 894 del 2007 ai 1.953 del 2008, ai 2.142 del 2009, a significare un aumento del disagio sociale.

 

Il rimborso dell'addizionale Irpef e' stato riconosciuto nel 2009, primo anno di attuazione, a 1.045 contribuenti. Per il 2010, i termini di presentazione delle domande sono aperti fino al 31 dicembre. Nel 2009, il Comune ha emesso un bando per la concessione di contributi a quelle persone che hanno perso il lavoro a causa della crisi. Sono state accolte 172 domande per un importo complessivo di 79.100 euro. Nel 2010 il bando e' stato riproposto con una maggiore dotazione (400.000 euro). Sono finora pervenute 305 domande, ma e' possibile presentarle fino al 18 gennaio.

 

Finora sono state esaminate 168 domande, delle quali 86 sono state accolte. I contributi sono di entita' variabile, a seconda che il lavoratore percepisca o meno ammortizzatori sociali e abbia rette scolastiche a carico. Possono arrivare fino a 3.300 euro. I primi pagamenti saranno effettuati subito dopo le feste. Altri 400.000 euro sono stati stanziati per l'intervento di sostegno all'occupazione attraverso l'erogazione di contributi alle imprese che effettuano assunzioni con contratto di lavoro subordinato tra il 1 luglio e il 31 dicembre 2010.

 

Il bando e' aperto fino al 31 dicembre 2010. Complessivamente pertanto, nel 2010, il Comune di Ravenna ha destinato 1.260.000 euro agli aiuti alle famiglie e al sostegno all'occupazione. La spesa sostenuta per l'assistenza economica si e' assestata intorno al milione di euro annuo per un migliaio di famiglie assistite.

 

In tema di economia, Matteucci ha detto che "ad oggi e' confermato il contributo di 70 milioni di euro per i lavori portuali e la piattaforma logistica. L'accordo-quadro Stato e Regioni prevede un contributo dello Stato di 240 milioni di euro. Ne useremo una prima tranche per l'approfondimento dei fondali poi affronteremo in tema delle infrastrutture".

 

Altro punto affrontato dal sindaco, il decentramento: "In gennaio- ha annunciato- prenderemo una decisione su come sostituire le Circoscrizioni abolite dal Governo. La realta' delle Circoscrizioni e' preziosissima. Pensiamo solo che i presidenti, nel corso del loro mandato, hanno avuto rapporto diretto con  almeno 12.500 persone. Ringrazio i dieci presidenti e i 200 consiglieri per il lavoro fatto in questi anni".

 

Infine, le elezioni. "La data piu' probabile- ha affermato Matteucci- e' quella dell'8 maggio. Da gennaio Casadio e io, insieme alle forze politiche del centrosinistra che a Ravenna e' unito e compatto, ci metteremo al lavoro sui programmi". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -