RAVENNA - Sicurezza, Giangrandi replica a Villa (Fi)

RAVENNA - Sicurezza, Giangrandi replica a Villa (Fi)

RAVENNA - Il presidente della Provincia, Francesco Giangrandi, ha risposto a un’interrogazione presentata dal consigliere Francesco Villa (FI) riguardante i “volontari per la sicurezza”.


“Istituire un corpo di volontari per la sicurezza non avrebbe l’effetto di aumentare la percezione della sicurezza. Al contrario, i nostri cittadini di fronte a una scelta di questo tipo comincerebbero davvero ad essere convinti che si sta vivendo in zone ad alto rischio” ha risposto Giangrandi.


“La nostra comunità, giustamente, nutre molta fiducia nelle forze dell’ordine, nel lavoro quotidiano di polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili urbani che, peraltro, sono ben presenti sul tutto il territorio. Sono fermamente contrario al pattugliamento armato delle nostre città. A Castelbolognese, Conselice e Ravenna infatti, i volontari, spesso pensionati, non sostituiscono le forze dell’ordine ma collaborano con esse, presidiando il territorio e segnalando eventuali problemi di ordine pubblico come, per esempio, lo spaccio di droga nei pressi delle nostre scuole”.


“Colgo l’occasione – ha ricordato Giangrandi – per informare il consiglio che, nel corso del 2008, regolamenteremo i volontari. Siamo infatti decisi a operare una puntuale selezione. La regolamentazione tutelerà maggiormente tutto il settore e i cittadini. La nostra è una società avanzata, moderna e ricca che affronta i problemi con il cervello non con la pancia. Che non ha bisogno di più armi ma di più partecipazione, di fermezza e di incentivare l’educazione ai diritti di tutti e di ciascuno”.


“Prendo atto delle opinioni del presidente Giangrandi che non mi convincono – ha replicato Villa –resto perciò favorevole all’istituzione dei corpi di volontari per la sicurezza”.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -