Ravenna, sindacati preoccupati per i lavoratori delle coop impiegate nell'ex CSS

Ravenna, sindacati preoccupati per i lavoratori delle coop impiegate nell'ex CSS

RAVENNA - Di fronte alle forti preoccupazioni che emergono quotidianamente tra i lavoratori delle cooperative sociali che erogano i propri servizi in base ad accordi sottoscritti con l'ex Consorzio per i servizi sociali, Fp Cgil, Fisascat Cisl, Fp Cisl e Uil Fp intendono sensibilizzare e sollecitare i sindaci e l'ASP facenti capo al Distretto di Ravenna, il movimento cooperativo e, in questa fase, anche il sistema bancario ad adoperarsi per garantire continuità di retribuzione agli operatori, in quanto questi ultimi hanno a loro volta sempre garantito i servizi a favore di tutti i cittadini.

 

Le verifiche in corso da parte della Commissione istituita dal Comune di Ravenna per affrontare le problematiche connesse al debito del Consorzio e i vincoli dettati dalle normative in materia, rischiano di determinare lo slittamento dei tempi di erogazione di quanto dovuto alle cooperative, mettendo, così, in discussione anche il regolare percepimento dello stipendio da parte delle lavoratrici e dei lavoratori interessati.

 

Fp Cgil, Fisascat Cisl, Fp Cisl e Uil Fpl sottolineano che i crediti vantati dalle cooperative sociali sono maturati a fronte di prestazioni di qualità che il personale ha indiscutibilmente reso, in base a quanto richiesto dal Consorzio, e di cui ha beneficiato e continua a beneficiare la fascia più disagiata dei cittadini del Distretto di Ravenna.

 

In virtù dell'impatto sociale che il concretizzarsi dell'ipotesi di dilazione nell'erogazione degli stipendi potrebbe comportare e della coesione sociale che i servizi erogati assicurano sul territorio, i sindacati unitariamente ribadiscono che i lavoratori, che oggi operano per garantire i servizi di qualità ai cittadini, non debbono essere lasciati nell'incertezza. Le conseguenze del debito del Consorzio non possono gravare sugli operatori che di certo non hanno alcuna responsabilità per la difficile situazione che si è venuta a creare.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -