Ravenna, Sirio piace a Matteucci: "Estenderlo a tutte le ztl"

Ravenna, Sirio piace a Matteucci: "Estenderlo a tutte le ztl"

Ravenna, Sirio piace a Matteucci: "Estenderlo a tutte le ztl"

RAVENNA - "In questi giorni stiamo verificando la possibilità di adottare nuove  misure per le sicurezza stradale. In particolare stiamo prendendo in esame l'ipotesi di estendere Sirio a tutte le ztl, di posizionare  nuovi autovelox in quelle strade dove è possibile farlo e di installare in alcuni incroci quei semafori che rilevano  chi passa con il rosso". Lo ha detto il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci: "Dagli 8000 passaggi non consentiti al giorno, con Sirio siamo passati a 60".


"Per quanto riguarda l'estensione di Sirio, partiamo da un dato che considero molto positivo. Nel luglio del 2007,  quando abbiamo attivato Sirio senza fare multe,  registravamo 8.000 passaggi non consentiti al giorno. Dal momento in cui si cominciò a multare, i mezzi che accedevano alle ztl senza permesso e quindi le infrazioni passarono a 800 al giorno.Quando le prime multe furono notificate, nel novembre 2007, le multe si ridussero a circa 200 al giorno. Oggi, a tre anni di distanza dall' attivazione di Sirio, ci attestiamo attorno ad una media giornaliera  di  60 multe".

 

"Mi auguro - continua il sindaco - che calino ancora. Sirio, come si può dedurre da questi dati e come abbiamo sempre sostenuto,  non è uno strumento per fare cassa, come invece hanno detto e prevedo continueranno a dire i soliti criticoni. Sirio è un mezzo che usiamo per disincentivare i comportamenti scorretti, rendere le strade della nostra città più vivibili, più sicure e impegnare in altri compiti gli Agenti della Polizia Municipale. Quello  della sicurezza stradale è un tema molto sentito nella  nostra comunità.  L'Amministrazione comunale agisce su tre fronti: educazione, prevenzione e repressione. E' importante promuovere comportamenti virtuosi: questo è l'obiettivo
della campagna "Te lo chiedo con il cuore, guida con prudenza" che abbiamo messo in campo con l'entrata in vigore del nuovo codice della strada. Ma servono anche sanzioni per chi non rispetta le regole. Anzi,la sanzione non è solo una misura repressiva, ma ha essa stessa una funzione di richiamo al rispetto delle regole e dunque di educazione e prevenzione".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di AUI
    AUI

    Sono perfettamente d'accordo con Giorgio P.: photored sui semafori della Classicana (quindi anche all'incrocio con via Dismano) e in alcuni della città. Concordo col Sindaco (che non ho votato, ma quando ha ragione, gliela do): Sirio va esteso, sono contento di leggere che sono solo 60 le infrazioni quotidiane, evidentemente il deterrente funziona.

  • Avatar anonimo di Giorgio P.
    Giorgio P.

    Uno dei primi interventi dovrebbe essere l'installazione del photored al semaforo fra tangenziale e Via Ravegnana. Occorre sanzionare pesantemente sia chi passa con semaforo abbondantemente rosso che i furbetti che utilizzano la corsia per la svolta a sinistra per superare i mezzi più lenti, e poi sono costretti a manovre spericolate per evitare chi effettivamente deve svoltare.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -