Ravenna, spaccia droga al porto: tunisino bloccato dopo inseguimento

Ravenna, spaccia droga al porto: tunisino bloccato dopo inseguimento

Ravenna, spaccia droga al porto: tunisino bloccato dopo inseguimento

RAVENNA -  I militari della 1ª Compagnia della Guardia di Finanza di Ravenna hanno portato a termine  un intervento antidroga nell'area portuale, a margine della quale, dopo un breve inseguimento a piedi, hanno denunciato un giovane tunisino per possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Tutto è nato dal monitoraggio delle immediate adiacenze dell'area portuale dal quale è emerso un giro di spaccio di droga vicino il Canale Candiano.

 

La fervida attività di spaccio non è passata inosservata ai militari della Guardia di Finanza che non hanno impiegato molto tempo a capire da dove provenisse la droga. Infatti, durante un abituale controllo del territorio, hanno notato un giovane magrebino in bicicletta aggirarsi per via Trieste. I militari insospettiti sono subito intervenuti per un controllo del giovane che immediatamente si dava alla fuga verso il centro della città, sicuro di non essere acciuffato, non  prima di essersi disfatto di un sacchetto di droga.

 

Il cittadino extracomunitario non aveva fatto i conti però con il finanziere "centometrista" che in un istante si è messo all'inseguimento, raggiungendolo subito dopo.  Il movimentato episodio non è passato inosservato. Subito è giunta sul posto anche una gazzella dei Carabinieri che, capito chi fossero gli attori dell'inedito film, è tornata a svolgere la propria attività, dopo avere offerto la propria disponibilità all'intervento.

 

La scoperta dell'illecito permette di evidenziare come in città sempre più spesso persone senza scrupoli pronti a speculare sulla salute dei giovani siano messe in difficoltà dalle forze dell'ordine.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -