Ravenna: spaccio, falsa attestazione e possesso di un coltello: arrestato clandestino

Ravenna: spaccio, falsa attestazione e possesso di un coltello: arrestato clandestino

Ravenna: spaccio, falsa attestazione e possesso di un coltello: arrestato clandestino

RAVENNA - Un clandestino tunisino di 38 anni, Satad Khalifi, è stato arrestato lunedì dagli agenti della Volante della Questura di Ravenna per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, possesso ingiustificato di armi e falsa attestazione. L'individuo è stato sorpreso a Lido Adriano dagli agenti mentre stava percorrendo la via Carabina in sella ad un ciclomotore senza il casco protettivo. Alla vista della ‘pantera' ha abbandonato il motore, scappando lungo l'argine del fiume.

 

Il 38enne è poi tornato indietro, consentendo ai poliziotti di fermarlo. Per sfuggire alle manette ha offerto loro una busta contenente 200 euro in contanti e quindi fornito false generalità. Portato in Questura per accertamenti, è risultato non aver ottemperato ad un decreto di espulsione firmato dal Questore di Ravenna.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con sé aveva anche un cellulare, che ha squillato per almeno una trentina di volte. Una di queste era di una 44enne di Comacchio, nota alle forze dell'ordine per guida sotto l'effetto di stupefacenti, che ha ammesso prendere la cocaina dal tunisino. Per l'extracomunitario sono così scattate le manette. Dovrà anche rispondere di possesso ingiustificato di armi perché in suo possesso è stato trovato un coltello a serramanico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -