Ravenna: spesa per l'integrazione dei minori, lunedì un convegno

Ravenna: spesa per l'integrazione dei minori, lunedì un convegno

Lunedì prossimo, 8 novembre alle 16,30  nella Sala D'Attorre a Ravenna, l'Istituzione Istruzione e Infanzia  organizza un incontro pubblico sul tema:  " I  COSTI DELL'INCLUSIONE :

 EFFICACIA SOCIALE E SPESA  PER L'INTEGRAZIONE"

 L'incontro -  aperto a   educatori ed insegnanti  dei servizi educativi del sistema integrato, della scuola elementare e media, ai coordinatori pedagogici, agli operatori sociali e sanitari, alle  famiglie - vuole proporre una riflessione sul tema  dell'integrazione.

 

L'obiettivo è mettere a confronto prospettive diverse per rilevare i costi sociali, umani ed economici del percorso di integrazione di un bambino/ bambina  disabile,  considerando il sistema di relazioni dove, oltre all'educatore di sostegno, sono presenti insegnanti, tecnici e altre risorse territoriali, nonché la famiglia stessa, che  svolgono una funzione di accompagnamento competente al percorso di inclusione.

All'incontro, introdotto da Elettra Stamboulis, Presidente  Istituzione Istruzione e Infanzia, partecipano:                                                                                 

Andrea Canevaro, pedagogista, docente della Università degli Studi di Bologna, Raffaele Iosa,  Ispettore scolastico in Emilia Romagna 

Antonio Cecchi, economista, docente Master Cooperazione e  Sviluppo Università di Modena - Reggio

Eno Quargnolo, responsabile per l'integrazione socio- sanitaria AUSL- Ra

Roberta Giacci , coordinatore sociale ASP - Ravenna

Consuelo Filippi, pedagogista

                                                                                 

L'incontro dell'8 novembre fa  il punto e presenta  un progetto di lavoro, realizzato 

con la direzione del prof. Andrea Canevaro, membro del CdA della Istituzione istruzione e Infanzia ,   che  ha attivato   un tavolo di riflessione per monitorare e analizzare le azioni a sostegno dell'inclusione di bambini/e con bisogni speciali nei diversi contesti di vita - scuola, extrascuola, famiglia - del nostro territorio,  per  poterne verificare i costi e valutare l'efficacia.

A questo tavolo hanno partecipato,  rappresentanti di più enti e soggetti - Comune di Ravenna, AUSL, ASP, Ufficio Scolastico provinciale, Coop Sociali,   che a diverso titolo si occupano della definizione del progetto di vita dei bambini/e con bisogni speciali.

L'obiettivo a più lungo termine, è quello di raccogliere elementi utili alla costruzione di una banca dati il cui scopo è quello di mostrare i costi, i tempi , i percorsi educativi e riabilitativi effettuati da un bambino/a nei diversi ambiti di vita, al fine di evidenziare sia la efficacia degli interveti da un  punto di vista sociale che le possibilità offerte da scuola, servizi socio- sanitari e territorio che possono rendere,nel tempo, le persone disabili pienamente registe della propria vita.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -