Ravenna: spiaggia dei nudisti, allo studio nuovi divieti

Ravenna: spiaggia dei nudisti, allo studio nuovi divieti

Ravenna: spiaggia dei nudisti, allo studio nuovi divieti

RAVENNA - Potrebbero arrivare presto nuove regole più restrittive per i nudisti di Lido di Dante. La Guardia Forestale, infatti, sta studiando un nuovo regolamento, assieme all'assessore all'ambiente del Comune di Ravenna Gianluca Dradi, per interdire una parte di spiaggia, specialmente a ridosso della foce del Bevano alla sosta dei bagnanti in spiaggia. In quel punto, in sostanza, si concentrano gli amanti della tintarella "senza veli".

 

Il motivo è che la zona è un'area protetta dal punto di vista ambientale ed in teoria, ma solo in teoria visto che nessuno rispetta tale divieto, l'area non dovrebbe essere neanche accessibile. Si tratta di uno dei pochissimi punti rimasti conservati dal punto di vista della flora marittima, dell'intera costa romagnola. La Forestale non intende chiudere gli accessi, ma almeno impedire la sosta in spiaggia.

 

E' il contenuto della bozza di regolamento per la Bassona allo studio degli enti. Da parte loro i naturisti dell'Aner (associazione naturisti Emilia-Romagna) fanno già sapere che se non saranno coinvolti nell'iter metteranno in atto forme di disobbedienza civile, per esempio un passeggio continuo nel tratto di spiaggia vietato alla sosta, come anticipato in un'intervista al Resto del Carlino.

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di sergio1064
    sergio1064

    se veramente la forestale questo regolamento non lo fa perchè è contro i nudisti ma lo fa per preservare la bellezza del luogo deve essere coerente e VIETARE L'INGRESSO A TUTTI, perchè anche chi passeggia sporca e rovina l'ambiente (anzi forse anche di piu'), non sono quattro nudisti sdraiati a rovinare l'ambiente. VERGOGNA cari signori della forestale

  • Avatar anonimo di sergio1064
    sergio1064

    essere rappresentati da questi politici arroganti e antiliberali è vergognoso, invece di cercare di debellare la delinquenza vietano la liberta' degli onesti cittadini!!!! VERGOGNA

  • Avatar anonimo di Pres.ANER Avv. Jean Pascal MARCACCI - BO - Italy
    Pres.ANER Avv. Jean Pascal MARCACCI - BO - Italy

    Scrive il Pres. ANER - Amici naturisti della Bassona iniziano anche in pieno inverno gli attacchi alla nostra storica spiaggia. Sul nostro sito www.naturaner.it abbiamo indicato da tempo come difenderci e a quello vi rimandiamo. Oggi non si può che rilevare il fatto che la Guardia Forestale nemmeno ci interpella nel suo proposito insensato di chiusura e repressione. Quale tratto si vorrebbe chiudere e quale riservare alla balneazione ? Non è chiaro per nulla , quello che è invece chiaro è che sono iniziate le grandi manovre invernali... Una domada alla guardia forestale : il problema siamo noi naturisti ? Gli unici che puliscono, danno ordine e tutelano la pineta e la spiaggia da oltre 40 anni ? Ma via non scheziamo ! Adesso diamo addirittura noia agli uccelli ... che sono nudi come noi naturisti. Resistere, resistere, resistere a sindaci e militari , altro non possiamo fare . Saluti naturisti Avv. Jeanpascal Marcacci - pres. ANER e forse primo candidato nudo a Sindaco di Ravenna alle prossime elezioni comunali.

  • Avatar anonimo di pricci pietro
    pricci pietro

    Concordo con Dorian. E' lo stesso metodo repressivo che è stato utilizzato a Marina di Ravenna con le ordinanze dello sceriffo anti ballo-sballo. Anzichè colpire quei "turisti" che rovinano la località hanno colpito tutti indistintamente con una sorta di pulizia etnica. Occorre fare degli interventi repressivi mirati e colpire la feccia (guardoni, spacciatori, drogati, ubriachi al volante , insomma chi commette reati) e lasciar vivere e divertire tutti gli altri che sono la maggioranza. E' il comune della repressione-depressione. Pietro

  • Avatar anonimo di claudiocesena
    claudiocesena

    MA PERCHE' LE ISTITUZIONI NON SI OCCUPANO DI PROBLEMI PIU SERI(CHE CE NE SONO TANTI) QUEL TRATTO DI SPIAGGIA ANNI FA' NON INTERESSAVA NESSUNO OGGI SEMBRA IA UN CASO DI VITA O DI MORTE O DI BIGOTTI CHE NON SANNO COSA ALTRO FARE NELLA VITA MA ANDATE A ROMPER DA UN ALTRA PARTE IO NON SONO MAI STATO NUDISTA E MAI LO SARO'

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Premesso che non sono un praticante naturista, ma trascorro le ferie lì vicono da ormai 20 anni, trovo questa iniziativa semplicemente stupida. La foce del bevano è quello che è da decenni, e non credo che siano gruppi di nudisti a minacciare l'ecosistema della zona. Anzi, paradosslamente, la loro presenza di fatto limita qeullo che sarebbe un turismo più "massivo" come quello familiare e, potenzialmente, distruttivo. La presenza di nudisti, o di persone con orientamento sessuale altro, e così via, rende quella porzione di riviera quasi una zona "off shore", caratteristica, e credo apprezzata da persone che, per me, non fanno nulla di male. In una società ancora tanto ipoctrita coem la nostra, molte persone si scandalizzano ancora ad esempio per effusioni omosessuali pubbliche, anche quando avevngono nei limiti della continenza. Questo a volte è un problema èper gli stesso omosessuali, che si rifugiano in zone, come quelle della Bassona, dove magari si sentono maggiormente a loro agio. Non si parla di ettari ed ettari, ma di poche centinaia di mentri quadrati. Se proprio la Forestale e/o l'autorità pubblica ha energie e soldi da spendere, può pensare a presidiare meglio l'interno della pineta, ove invece d'estate il mercimonio di corpi e l'attività di spaccio gestiti dall malavita organizzata assumono un rilievo inaccettabile e una pericolosità sociale conclamata. Anziché pensare all'attempato nudista sulla spaiggia io penserei al malavitoso albanese (o anche italiano: par condicio !) che a qualche centianio di metri di distanza fa molto, molto peggio.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -