Ravenna, stazione. Benzoni (LpR): "Mancanza di sicurezza"

Ravenna, stazione. Benzoni (LpR): "Mancanza di sicurezza"

RAVENNA - Dopo le mie denuncie riguardo la totale assenza di barriere di protezione della ferrovia nel marciapiede di via Darsena, è stato fatto un intervento di emergenza utilizzando una cordella bianca e rossa e tentando di recuperare parte della vecchia barriera in cemento semi-distrutta.


Annuncio con amarezza che il tentato intervento di emergenza è crollato dopo un paio di giorni e ancora ad oggi, pur essendo zona di intenso passaggio per gli organi di polizia addetti alla vigilanza, nessun ripristino;

la cordella è praticamente in mille pezzi e quel che resta continua a svolazzare, il pezzo di cemento invece è scivolato per terra riportando la situazione di nuovo nella sua più totale pericolosità.


La cronaca, anche di recente, ci informa, nostro malgrado, che gravi incidenti ferroviari avvengono anche in presenza delle misure di sicurezza, non per questo siamo giustificati ad abbassare la guardia in questi termini lasciando nella incuria i sistemi di sicurezza e protezione.


Ritengo che questi tipi di interventi, solo di facciata, non rispondano ai minimi standard di sicurezza pubblica e le Ferrovie dello Stato, avendo impegnato 4,4 miliardi di euro in sicurezza potrebbe destinarne una risibile parte anche per questo piccolo ma necessario intervento.


Inoltre, con l'inizio dell'anno scolastico fra pochi giorni la zona sarà particolarmente frequentata anche da giovani studenti e l'assenza di barriere di protezione accrescerebbe la potenziale pericolosità che essa rappresenta.


In tal senso mi auspico, di non dover tornare sul problema, sperando che gli organi competenti si attivino con solerzia, adempiendo alle loro responsabilità ed evitando di dover ragionare in futuro su quello che poteva e doveva essere fatto.

 

Gianluca Benzoni, Lista per Ravenna

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -