RAVENNA - Strage di Nassiriya, il ricordo del sindaco Matteucci

RAVENNA - Strage di Nassiriya, il ricordo del sindaco Matteucci

RAVENNA - In occasione del quarto anniversario della strage di Nassiriya il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, ha inviato un messaggio al prefetto Floriana De Sanctis, al comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Fabio Rizzo ed al colonnello Massimo Artemi, comandante Primo Gruppo Quinto Reggimento Artiglieria Pescara.


“Il 12 novembre del 2003, in un attentato a Nassiriya al quartier generale dei carabinieri, persero la vita 19 italiani, militari e civili. Quella strage ha segnato tutto il Paese.

Anche a Ravenna – ricorda Matteucci - l’emozione che quel terribile evento provocò fu profonda.

All’indomani della tragedia, moltissimi ravennati vollero manifestare la loro solidarietà all’Arma e alle famiglie delle vittime. Decine e decine – l’immagine mi è rimasta impressa nella memoria - furono i mazzi di fiori accompagnati da messaggi deposti da mani gentili davanti al cancello della caserma dei carabinieri di via Berlinguer”.


“Pur nella diversità di opinioni sulla guerra in Iraq – prosegue Matteucci - , la tragedia ci trovò tutti uniti nell’esprimere i sentimenti di più vivo cordoglio alle famiglie così duramente colpite nella sfera degli affetti più profondi. Come netta ed unanime fu la condanna di quel sanguinoso atto terroristico”.


“Oggi, quattro anni dopo quel tragico 12 novembre del 2003, Ravenna vuole rinnovare ai famigliari delle vittime – prosegue il sindaco -, ai vertici dell’Arma e militari, tutta la sua solidarietà e il suo affetto. Il loro sacrificio dedicato alla difesa dei valori di libertà, democrazia e solidarietà non sarà mai dimenticato”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -