Ravenna, studenti occupano l'Accademia di Belle Arti

Ravenna, studenti occupano l'Accademia di Belle Arti

Lo striscione che campeggia all'ingresso dell'Accademia

Tensione all'Accademia di Belle arti a Ravenna, occupata fin dalle prime ore della mattinata. Poco prima delle 8 una ventina di studenti sono entrati nell'edificio assieme al personale addetto per poi mandarlo fuori e chiudere le serrature con dei lucchetti. Il gesto è voluto per protestatere contro la "chiusura" dello storico istituto d'arte che secondo una convezione sottoscritta dal Comune e dall'Accademia di Bologna perdera' Pittura, Scultura e Decorazione.


> GALLERIA FOTOGRAFICA

 

L'intenzione degli occupanti è quella di andare avanti "ad oltranza". Riguardo invece ai motivi della protesta (la convenzione lascerebbe a Ravenna la sola specializzazione di Mosaico, che verrebbe però gestita da Bologna), l'Amministrazione spiega che è la legge a obbligare questo percorso.

 

Per rendere il concetto piu' chiaro, il neo-assessore alla Formazione Elettra Stamboulis si e' presentata ai cancelli di via delle Industrie per consegnare ai ragazzi il decreto del ministero del 22 gennaio 2008, quello che prevede l'"adeguamento" degli istituti storici.

 

Per poter tenere aperta l'Accademia bizantina, attiva da 180 anni, lo Stato chiede l'apertura di altri 7 crsi. Gli allievi, pero', non sono convinti: "Stiamo valutando se ci si debba per forza adeguare a queste tabelle o meno. Al momento ci sono in Italia 200 mila accademie che hanno tutte meno corsi di quella di Ravenna", dice il portavoce degli occupanti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E anche se fosse, "il Comune non ci ha investito per 10 anni- continua- di questo adeguamento potrebbe farsi carico di tasca sua, decidendosi una buona volta a investire sull'Accademia senza svenderla a quella di Bologna come stanno facendo".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -