Ravenna, tenta di darsi fuoco in municipio: salvata da segretaria

Ravenna, tenta di darsi fuoco in municipio: salvata da segretaria

RAVENNA - Si è presentata mercoledì mattina, accompagnata dal marito disabile in carrozzina, al municipio di Ravenna per chiedere al sindaco il cambio dell’alloggio popolare in seguito a un provvedimento di sfratto dalla loro abitazione di Lido Adriano. Improvvisamente la donna, dopo che l’ufficio casa ha spiegato come l’alloggio fosse privo di barriere architettoniche, si è buttata addosso dell’alcol che aveva con se e si è data fuoco con un accendino, senza ustionarsi.


Erano le 9.30. Una donna si è presentata alla reception del municipio accompagnata dal convivente, disabile in carrozzella, chiedendo di parlare con il sindaco che, in quel momento, stava partecipando al funerale del giovane Federico Brighi e non era quindi in residenza municipale. La signora è stata accompagnata nell’uffici del gabinetto del sindaco, dove ha dichiarato di non voler accettare l’alloggio d’emergenza in via Dorese assegnato a lei e al suo compagno dal servizio casa del Comune in seguito a provvedimento di sfratto esecutivo per l’abitazione di lido Adriano.


Le segretarie hanno telefonato all’ufficio casa che ha spiegato che l’appartamento disponibile in via Dorese è privo di barriere architettoniche e adeguato all’esigenze della coppia. Fra l’altro il giorno prima il convivente della donna aveva firmato il documento in cui dichiarava di accettare l’appartamento.


Le segretarie del gabinetto del sindaco hanno chiarito alla signora ed al suo convivente i motivi per i quali il primo cittadino non avrebbe potuto in quel momento riceverli e, cortesemente, li hanno fatti accomodare nelle panche lungo il corridoio in attesa di farli incontrare con un amministratore.


A quel punto la donna si è buttata addosso dell’alcol che teneva dentro una bottiglia e ha estratto dalla tasca un accendino con cui ha cercato di darsi fuoco. Pronta la reazione di una delle impiegate che ha riempito un recipiente di acqua con il quale ha spento le fiamme che stavano bruciando la maglia della signora. Il personale del 118 arrivato immediatamente non ha rilevato alcuna ustione.


Nel frattempo sono giunti gli agenti della Polizia Municipale. Dopo un colloquio con il vice sindaco Giannantonio Mingozzi la coppia è stata accompagnata dalla Polizia municipale nell’abitazione di Lido Adriano e continua ad essere assistita dal servizi sociali.


“L’Amministrazione comunale di Ravenna fa il possibile – spiega una nota del Comune -, con un ingente sforzo economico, per affrontare l’emergenza casa. Cosa che è avvenuta anche in questo caso”. Nel caso specificio il sindaco Fabrizio Matteucci ha voluto “ringraziare i propri collaboratori per avere saputo intervenire in una situazione così delicata. Dell’episodio è stato informato immediatamente il prefetto e sarà effettuata una segnalazione anche all’autorità giudiziaria”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -