Ravenna: tenta di estorcere 300 euro, in manette donna incinta di nove mesi

Ravenna: tenta di estorcere 300 euro, in manette donna incinta di nove mesi

RAVENNA - Le aveva chiesto 300 euro di risarcimento per darle i documenti che il giorno prima le erano stati rubati. E' quanto accaduto ad una ragazza rumena, che ha denunciato il fatto giovedì sera ai carabinieri di Cervia.

 

A compiere il tentativo di estorsione è stata, curiosamente, una donna che si trova al nono mese di gravidanza, seguita a distanza del piccolo figlio e dal marito, che l'hanno accompagnata sul luogo in cui avrebbe dovuto avvenire lo scambio.

 

Assieme alla vittima dell'estorsione ad attendere la signora incinta c'erano anche sei uomini dei carabinieri, intervenuto con agenti del nucleo operativo, della stazione di Cervia unitamente al personale della motovedetta.

 

In un primo momento la vittima, che si è presentata all'appuntamento assieme ad un amico, ha chiesto di consegnarle i documento senza il pagamento del corrispettivo, ma l'estortrice ha preteso il pagamento. Avvenuto lo scambio, sono entrati in azione i carabinieri, che hanno tratto in arresto la donna. Si tratta della 34enne Corina Prundus, che ha portato in carcere a Forlì.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante il processo per direttissima avvenuto venerdì mattina e la convalida dell'arresto, la signora è stata liberata per consentirle di tornare in Romania e dare alla luce il secondo figlio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -