Ravenna, tentata estorsione. Sospeso dal servizio ispettore del lavoro

Ravenna, tentata estorsione. Sospeso dal servizio ispettore del lavoro

Ravenna, tentata estorsione. Sospeso dal servizio ispettore del lavoro

RAVENNA - Un ispettore di lavoro è stato indagato dalla Procura di Ravenna per tentata estorsione ai danni di un ristoratore di Lido Adriano. L'uomo è finito nei guai per prendere le difese di una cameriera slovacca, poi diventata sua fidanzata, giunta a Ravenna da pochi mesi, che lavorava in nero nel locale. L'indagine, svolta dai Carabinieri, è all'esame del pm Stefano Stargiotti. L'ispettorato del lavoro ha provveduto alla sospensione dell'indagato.

 

Stando a quanto riportato da "Il Resto del Carlino", l'ispettore ha spinto la fidanzata a chiedere il rapporto di lavoro con il ristoratore perché in nero. Tuttavia l'esercente non l'ha presa bene. A febbraio c'è stato anche un incontro tra la donna, accompagnata dal giovane che si era qualificato come funzionario dell'Ispettorato del lavoro, e il ristoratore. Quest'ultimo, riporta il quotidiano, si era recato poi alla stazione dei Carabinieri di Lido Adriano per sporgere denuncia.

 

In quell'occasione, stando alla versione dei fatti dell'esercente, l'ispettore aveva sostenuto che la giovane avesse diritto ad una buonuscita, sostenendo che se la richiesta non sarebbe stata soddisfatta avrebbe fatto scattare un'ispezione. L'ispettore ha risposto all'accusa sostenendo di non aver mai preteso indennizzi a favore della giovane, ma di aver tentato di convincere l'esercente a risolvere il rapporto di lavoro. In seguito ci fu l'accertamento dell'Ispettorato, fatto dal giovane funzionario.

 

L'uomo ha spiegato che era stato incaricato dal dirigente dell'ufficio. Dal controllo emersero irregolarità e il ristoratore venne sanzionato. Nel documento era stato evidenziato anche il lavoro in nero svolto dalla ragazza straniera. L'indagato è assistito dall'avvocato Gabriele Sangiorgi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -