RAVENNA - Tessile e salute, l'importanza di un consumo consapevole

RAVENNA - Tessile e salute, l'importanza di un consumo consapevole

RAVENNA - Si svolgerà lunedì 18 giugno, alle ore 18, presso la Sala Assemblee della Consorzio C.I.L.A., in via dell’Artigianato, 38 a Faenza (zona Fiera), il convegno “Tessile e salute: l’importanza di un consumo consapevole”. Il convegno è organizzato unitariamente dalle CNA di Ravenna e di Forlì-Cesena.


Aprirà i lavori, Giordano Tabanelli, presidente provinciale di CNA Federmoda Ravenna. Seguiranno gli interventi del dott. Giuseppe Gaddoni, direttore U.O. Aziendale di Dermatologia Azienda USL Ravenna che relazionerà in merito a “I tessuti: una seconda pelle”; del dott. Franco Piunti, presidente dell’Associazione Tessile e Salute che spiegherà “Il ruolo dell’Associazione Tessile e salute” e di Enzo Romeo Camanzi, presidente provinciale ADOC, che tratterà “La tutela del consumatore tessile”. Dopo il dibattito concluderà i lavori Antonio Franceschini, responsabile nazionale CNA Federmoda.


Obiettivo del convegno è approfondire insieme alle imprese del settore, strumenti e conoscenze per valorizzare al meglio il loro lavoro, nonché offrire al consumatore finale maggiori elementi atti a valutare la sicurezza e la trasparenza del prodotto tessile, sensibilizzandolo in merito ai valori espressi dal prodotto di qualità italiano.


A tale proposito, fondamentale risulta essere la dotazione di strumenti condivisi tra la Sanità, le Associazioni di categoria e le Associazioni dei consumatori, direzione intrapresa dall’istituzione di un “Osservatorio Nazionale per la valutazione dei rischi sulla salute da prodotti tessili” da parte del Ministero della Salute.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CNA Federmoda conferma il suo impegno al fine di ostacolare la circolazione sul territorio nazionale di articoli tessili che possano rilasciare sostanze che pongono rischi alla salute dei consumatori e, nel contempo, persegue l’obiettivo di valorizzare il prodotto “Made in Italy” anche attraverso una battaglia mirata ad una comunicazione e ad una etichettatura completa e trasparente.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -