Ravenna: tetto agli alunni stranieri, disagi in vista in zona Darsena e L.Adriano

Ravenna: tetto agli alunni stranieri, disagi in vista in zona Darsena e L.Adriano

Ravenna: tetto agli alunni stranieri, disagi in vista in zona Darsena e L.Adriano

RAVENNA - "Il ministro Gelmini non ha nemmeno preso in esame gli enormi problemi gestionali e organizzativi che l'applicazione di tale nota comportera'". La Cgil ravennate, boccia in tronco il provvedimento del ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, che stabilisce il tetto massimo del 30% di alunni stranieri nelle classi scolastiche. In provincia di Ravenna saranno colpite zone come Lido Adriano, la zona Darsena o comuni come Massalombarda e Conselice.

 

Spiega la Cgil in una nota scritta da Monica Ottaviani, segretaria generale Flc-Cgil, Marcello Santarelli, segretario generale Cgil e Mirella Rossi, responsabile del dipartimento immigrazione: "Anche in provincia di Ravenna- spiegano- la conseguenza pratica sara' quella di costringere molti alunni stranieri a spostarsi verso scuole lontane o addirittura in altri comuni, tenuto conto che lecomunita' della popolazione straniera, nella nostra realta', spesso si concentrano in alcune zone dove e' piu' facile trovare una casa a costi accessibili".

 

La disomogeneita', insomma, della popolazione straniera potrebbe creare numerosi problemi, a detta della Cgil. "Il rischio immediato e' l'incremento dell'evasione scolastica con conseguenze sociali insopportabili".  Ed ecco il risultato: "Non si verifichera' quindi la tanto osannata integrazione ma si determinera' maggiore separazione, discriminazione ed esclusione, con un aggravio di problemi sul piano sociale per le famiglie che non saranno nella condizione di farsi carico del trasporto dei propri figli".

 

A breve termine, poi, secondo la previsione del sindacato, "seri problemi si verificheranno durante le iscrizioni che avverranno nei prossimi giorni". E concretamente, "quali saranno i criteri posti allabase delle selezioni dei bambini da accogliere in una scuola o in un'altra? Come sara' calcolato il 30%? I bambini figli di immigrati nati nelle nostre citta' e che hanno frequentato fin da piccoli le nostre scuole, rientreranno a priori in quel contingente solo perche' sono figli di immigrati?".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -