Ravenna: torna il film festival 'Mosaico d'Europa'

Ravenna: torna il film festival 'Mosaico d'Europa'

RAVENNA - Torna a Ravenna l'appuntamento primaverile con il cinema di qualità: dal 19 al 24 aprile 2010 si terrà la quarta edizione del Mosaico d'Europa Film Fest, sei giornate ricche di proiezioni ed eventi speciali, presso la multisala CinemaCity.

 

Il Festival, organizzato dall'Ufficio Cinema del Comune di Ravenna, dall'Assessorato Beni e Attività Culturali della Provincia di Ravenna, con FICE - Federazione Italiana Cinema d'Essai e CICAE - Confederazione Internazionale dei Cinema d'Arte e d'Essai, con il contributo di Enipower e con la prestigiosa presidenza onoraria del regista Pupi Avati, giunge così al suo quarto anno di vita proponendosi come importante vetrina per la migliore produzione filmica europea e non solo. MEFF continua la sua missione di scoperta e promozione del miglior cinema europeo - diffondendo le opere inedite dei nuovi registi - e non dimentica di omaggiare con eventi speciali ed incontri i grandi maestri del passato, dando così il suo personale contributo all'Europa odierna: un mosaico di culture, ideali, popoli uniti in una forma comune.

 

Forte di un ormai consolidato consenso di pubblico, MEFF 2010 apre questa sua nuova edizione con una serie di eventi da non perdere, come le proiezioni dedicate agli ultimi capolavori di tre indiscussi maestri del cinema mondiale: il malinconico documentario auto-biografico Les plages de Agnès di Agnès Varda, l'oscuro e metafisico noir dalle venature horror My Son, My Son What have Ye Done di Werner Herzog (prodotto da David Lynch, con Willem Dafoe, Cloe Sevigny e Udo Kier) e Bellamy, triste e rabbioso omaggio di Claude Chabrol al genere poliziesco di Simenon, magistralmente interpretato da Gerard Depardieu in quello che è il primo film insieme per la coppia regista-attore.

 

La colonna portante del festival - luogo ideale per la scoperta di nuovi talenti - sarà il Concorso Internazionale per lungometraggi, una rosa di 10 pellicole non ancora distribuite nelle sale italiane ma premiate dalle giurie dei principali festival internazionali di cinema.

 

Tra queste: il dramma inglese Fish Tank, diretto da Andrea Arnold, con Michael Fassbender, "inglorioso bastardo" di Tarantino; The Other Bank, opera prima del regista georgiano George Ovashvili; il biopic di Martìn Provost Sèraphine, sulla vita della pittrice francese Sèraphine de Senlis; due pellicole premiate a Cannes 2009: La merditudes des choses del regista belga Felix van Groening e l'inquietante thriller greco Kynodontas - Canino di Yorgos Lanthimos; dalla Turchia Wrong Rosary una complicata storia d'amore tra il muezzin Musa e l'infermiera cattolica Clara, diretta da Mahmut Fazil Coskun; il film candidato agli Oscar 2010 In the Loop del divo televisivo Armando Iannucci, indiscusso numero uno della satira politica inglese; il vincitore dell'ultimo Bergamo Film Meeting, Thomas, del finlandese Miika Soini; dall'Olanda lo struggente racconto di formazione Winter in Wartime di Martin Koolhoven e infine la pellicola tedesca Alle Anderen, storia della travagliata relazione sentimentale di una coppia di giovani in vacanza in Sardegna.

 

La giuria internazionale è composta dalla regista e sceneggiatrice Svetlana Proskurina; dalla Direttrice Artistica del Trieste Film Festival Anna Maria Percavassi; dal regista e produttore Sean Hogan; dallo scrittore e critico cinematografico Paolo Vecchi; dal giornalista e fondatore del Festival di Letteratura GialloLuna NeroNotte Nevio Galeati. A fianco delle speciali anteprime e del concorso, il programma prevede importanti appuntamenti da segnalare, quelli con gli ospiti presenti in sala.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -