Ravenna, tre giorni da capitale delle città d'arte

Ravenna, tre giorni da capitale delle città d'arte

Un momento della conferenza stampa-2

RAVENNA - Per la terza volta consecutiva Ravenna ospiterà la Borsa del Turismo delle 100 Città d'Arte che si svolgerà nelle piazze centrali dal 28 al 30 maggio. "Per tre giorni - ha dichiarato Andrea Corsini assessore al turismo del Comune nel corso della conferenza stampa che si è svolta stamani alla Camera di Commercio - Ravenna sarà la capitale delle città d'arte italiane. Siamo particolarmente contenti di ospitare, lungo il nostro cammino verso la candidatura a Capitale europea della cultura, questo importante evento".

 

LA FOTOGALLERY DELLA CONFERENZA STAMPA (Foto di Massimo Argnani)

 

"Apprezziamo in particolare la presenza dei numerosi tour operator provenienti da tutto il mondo per seguire i workshop organizzati nelle tre giornate, che aiuteranno a diffondere sul piano internazionale le attrattive della nostra città e del litorale".

 

La manifestazione consentirà alla città di compiere un passo avanti verso il traguardo della candidatura di Capitale europea della cultura nel 2019. La candidatura sarà infatti il fil rouge che collegherà la presenza e gli eventi organizzati dal Comune nella tre giorni dedicata al turismo nazionale e internazionale.

 

Secondo la strategia già avviata dal Comune, con le visite a paesi oltreconfine al fine di instaurare relazioni e scambi di esperienze con le città straniere che hanno conquistato il titolo di Capitali europee della cultura negli anni precedenti, Ravenna sta organizzando un evento per sabato 29 maggio dedicato alle "Capitali europee" che avrà come protagoniste Liverpool e Pesc.

Sarà l'occasione per conoscere, direttamente dagli artefici, i percorsi, i progetti, le idee e le modalità che hanno consentito loro di ottenere il titolo europeo.

 

Il direttore del marketing Neil Peterson racconterà l'esperienza della città inglese realizzata nel 2008, mentre Pava Zsolt, sindaco della città ungherese di Pesc, Capitale europea 2010, parlerà delle iniziative in corso nella sua realtà. Tra queste vale la pena ricordare la mostra delle copie dei mosaici ravennati nel museo del Duomo inaugurata qualche settimana fa.

Quest'anno, inoltre, Ravenna accoglierà i numerosi ospiti, che arriveranno dall'Italia e dal mondo, nel segno dell'arte e dell'archeologia con due grandi mostre di alto profilo internazionale, in esposizione al Museo d'arte della città e nel complesso di S. Nicolò.

 

La prima è dedicata ai preraffaelliti, il movimento pittorico sorto in Inghilterra nella seconda metà dell'Ottocento. Aperta fino al 6 giugno al Museo d'arte della città, è l'unica esposizione organizzata in Italia e porta il titolo "I Preraffaelliti e il sogno italiano. Da Beato Angelico a Perugino, da Rossetti a Burne-Jones". In in mostra le opere dei grandi del ‘400 italiano, e quelle del movimento inglese ad essi ispirato, senza trascurare la raffigurazione del paesaggio naturale e storico italiano con cui gli artisti anglosassoni tentavano di recuperare un'arte spontanea e ispirata alla natura, tipica dei pittori prima di Raffaello.

 

Il complesso di S.Nicolò fa invece da palcoscenico virtuale, fino al 12 settembre, all'altra grande mostra, la prima di questo tipo in Italia settentrionale, dal titolo "Histrionica. Teatri, maschere e spettacoli nel mondo antico". Lungo il percorso espositivo, articolato in cinque sezioni, si possono ammirare dai reperti legati alle origini del teatro di età romana, provenienti dall'area vesuviana, e quelli di tradizione greca ritrovati nella necropoli di Spina. Un'occasione per conoscere attraverso i soggetti teatrali che arredavano le case romane, i modelli originali per la produzione di maschere teatrali del teatro romano e quello greco, l'amore degli antichi per questa forma d'arte.

 

Le due mostre, l'una per la riproposizione di dipinti che raffigurano anche paesaggi di città italiane, l'altra per il patrimonio archeologico proveniente per lo più dal sud del nostro paese, rendono un omaggio particolare alle 100 città d'arte presenti a Ravenna dal 28 al 30 maggio per la Borsa del Turismo. Che potranno così ritrovare qualcosa di loro in questa sorta microcosmo geografico tutto italiano. Così come italiane saranno le città che parteciperanno all'assemblea organizzata dal Comune con tutti i rappresentanti delle realtà che vantano siti riconosciuti dall'Unesco quali patrimonio europeo dell'umanità prevista per sabato 29 maggio.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -