Ravenna, Trenitalia sopprime diversi treni a lunga percorrenza: Cna protesta

Ravenna, Trenitalia sopprime diversi treni a lunga percorrenza: Cna protesta

RAVENNA - L'annuncio di Trenitalia della soppressione di alcuni treni a lunga percorrenza impone una seria riflessione con tutte le Istituzioni sulla necessità di superare lo storico decentramento di due importanti bacini turistici come quello di Ravenna e Cervia rispetto alle infrastrutture esistenti: è la richiesta che viene da Cna Ravenna che ricorda che il territorio vede " grandi eventi alle porte come il centenario di Milano Marittima e la candidatura di Ravenna a Capitale europea della cultura",

 

E ancora: "Senza contare il decollo del Terminal Crociere, non si può prescindere da efficienti collegamenti con grandi bacini di utenti quali quello della Lombardia e del nord Italia in generale.

Anche in questo si evidenzia l'assenza di una vera politica turistica nazionale che integri e valorizzi le varie realtà territoriali, così come manca una vera politica dei trasporti che cerchi di sopperire al congestionamento di una rete stradale al collasso: ne sono una testimonianza la coda ininterrotta da Milano alla nostra riviera registratasi lo scorso weekend e le code chilometriche registrate ieri a seguito di un incidente nella zona di Modena. Tutto questo a scapito della sicurezza e delle problematiche ambientali, due aspetti strettamente correlati al numero di veicoli sulle strade e sui quali siamo chiamati a intervenire".

 

"A tutto questo si deve aggiungere la mancanza di investimenti in infrastrutture fondamentali, prima fra tutte la E 55, che ci devono permettere di mettere in sicurezza arterie di vecchia concezione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un segnale certamente positivo deve essere comunque colto nella nuova cadenza dei treni di FER sulla linea costiera, che permetterà di dare avvio a un embrione di collegamento rapido costiero, un ulteriore segnale che le realtà locali stanno facendo sistema a partire dalla Regione Emilia Romagna. Il sistema delle imprese di trasporto privato, rappresentato dalla CNA, già ora è in grado di garantire una rete di collegamenti con aeroporti, stazioni e porto, si tratta solo di dare concretezza a progetti capaci di rendere sistematici i servizi, a costi competitivi, ma anche qui è necessario creare collaborazione, rete e sinergie, con i vari attori della filiera turistica al fine di ottimizzare le offerte in base a quelle che sono le esigenze della clientela e con standard quanto meno europei".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -