RAVENNA - Turismo, nuova legge regionale. Fiammenghi (Ds): ''Aiuterà il settore''

RAVENNA - Turismo, nuova legge regionale. Fiammenghi (Ds): ''Aiuterà il settore''

RAVENNA - L’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna ha approvato in via definitiva il nuovo testo della legge regionale sul turismo (la numero 7 del 1998).


«Dal 1998 ad oggi la legge 7 ha rappresentato un passaggio fondamentale nell’evoluzione del nostro turismo – ha sottolineato Miro Fiammenghi, consigliere regionale ravennate di Ulivo-Ds -. Il sistema virtuoso di relazioni pubblico-privato per la commercializzazione, con particolare riferimento al lavoro svolto dai Club di prodotto e dalle Unioni, ne è il fondamento e la ragione del suo successo. Per questo la modifica della legge, che abbiamo approvato oggi, non cambia il buono che si è consolidato, ma lo rafforza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In particolare sarà possibile sviluppare Programmi di promozione innovativi, grazie ai Sistemi turistici locali (S.T.L.) previsti anche dalla legge quadro nazionale sul turismo (la 135 del 2001), appena rifinanziata dal Governo. E ciò consentirà di fare crescere ulteriormente la forza turistica dei nostri territori, grazie al coinvolgimento creativo e virtuoso di Comuni, Associazioni di categoria, imprese – conclude Fiammenghi -. Anche per questo la legge contiene precisi riferimenti alla necessità di prevedere una promozione e valorizzazione integrata delle risorse turistico-ambientali, storico-culturali, dell’artigianato locale e dei prodotti tipici dell’agricoltura. Oltre ad una ancor più esplicita attenzione alle piccole e medie imprese, il vero motore della nostra economia turistica. Oggi per il Ravennate si apre una nuova opportunità: quella che ci porterà a poter programmare in fretta un sistema turistico locale che dialoghi con le province a noi più affini – per esempio Forlì-Cesena e Ferrara – e possa intercettare finanziamenti pubblici ed interessi turistici».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -