Ravenna: "Un fiore per seminare una speranza" a favore dei bambini poveri di Pescaria

Ravenna: "Un fiore per seminare una speranza" a favore dei bambini poveri di Pescaria

RAVENNA - Prosegue il progetto di solidarietà ‘Una casa per Tiago', promosso da Barbara Fabbri, presidente dell'associazione Brinquedo. L'iniziativa è organizzata con il sostegno dell'assessorato Pari opportunità e volontariato del Comune di Ravenna L'appuntamento è domenica 21 marzo in piazza 20 settembre dove si venderanno 300 piante di rose di diversi colori al prezzo di 5 euro grazie alla collaborazione della serra di Galassi Carlo di Rossetta. Questo aiuterà l'associazione per la raccolta fondi.

 

Il progetto una casa per Tiago ormai presente nella nostra città da 5 anni,grazie alla collaborazione di tanti cittadini,attività commerciali e dal Comune di Ravenna.Un mixer di amore solidarietà. Durante l'ultimo viaggio in Brasile è stata inaugurata la  nascita della Cooperativa artigianale Isarp Istituto Social Amigos Rvenna Pescaria, opera ultimata dopo quasi tre anni di lavoro.

 

La cooperativa produce pane,panini etc che vendono venduti nel centro città, sulla spiaggia e nei chioschi sulle strade che forniscono break, occupando persone sia alla produzione che alla vendita. Questo è uno dei progetti tra i più importanti realizzato sia come impegno economico che come risvolto economico sociale per la comunità,oggi dopo 5 anni di esperienza questo è diventato un progetto pilota, da applicare anche in altre comunità vicine.

 

L'associazione Brinquedo opera dal 2006 a favore del sostegno dei bambini e delle famiglie in difficoltà di Pescaria. Tra le operazioni di solidarietà realizzate nella località figurano l'acquisto di sei abitazioni, che sono state destinate agli abitanti più poveri del villaggio brasiliano, la realizzazione di una cooperativa sociale, nata con l'obiettivo di dare lavoro agli abitanti della zona, e la costruzione della chiesa intitolata a San Francesco e della biblioteca annessa alla scuola di Pescaria. Tutte le iniziative benefiche sono state possibili grazie al contributo di tanti, privati, enti, associazioni e titolari di attività ravennati che hanno abbracciato il progetto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -