Ravenna: un progetto fotografico sulla città e i dintorni

Ravenna: un progetto fotografico sulla città e i dintorni

RAVENNA - Con la mostra delle fotografie di Francesco Neri e Luca Nostri, che sarà inaugurata domani alle 18.30 alla galleria Ninapì di via Pascoli 31, si concretizza la prima tappa del pluriennale progetto "Dove viviamo", ideato da Cesare Fabbri e Silvia Loddo, dell'associazione culturale Osservatorio Fotografico, in collaborazione con l'assessorato alle Politiche giovanili nell'ambito delle azioni rivolte alla valorizzazione e alla promozione dei giovani artisti.

 

Il progetto prevede la realizzazione di campagne fotografiche su Ravenna e i suoi dintorni, finalizzate a documentare la quotidianità e le trasformazioni della città; rientra nell'attività di studio e ricerca proposta dall'associazione culturale Osservatorio Fotografico, laboratorio permanente di documentazione e diffusione della cultura fotografica nel territorio, e permette a giovani fotografi di produrre un lavoro e presentarlo con mostra e catalogo.

 

 I primi due fotografi impegnati nel progetto sono appunto Francesco Neri e Luca Nostri, che hanno concentrato la loro ricerca sugli spazi urbani dove si manifesta con maggiore evidenza l'emergenza dei nuovi luoghi di culto. I fotografi sono stati invitati a indagare su due aree urbane specifiche: la zona artigianale e commerciale "Bassette", che Francesco Neri ha raccontato attraverso i ritratti delle persone che quotidianamente ci lavorano, e l'area di accesso est al centro storico, dove, poco distante dalle due chiese dedicate al culto degli ortodossi, si trova il planetario, sul quale ha scelto di concentrarsi Luca Nostri, pensando a un possibile punto di vista alternativo per l'osservazione del cielo.

 

La mostra sarà allestita negli spazi della galleria Ninapì fino al 9 maggio, accompagnata da due cataloghi monografici bilingue (italiano/inglese), con progetto grafico di Filippo Nostri, editi dall'associazione stessa.

 

Domani, oltre all'inaugurazione delle 18.30 alla galleria Ninapì, è previsto un concerto alle 22 al Mulino, in via Cella 94 a Madonna dell'Albero, con Christian Wolfarth ed Enrico Malatesta duo (percussioni).

 

L'associazione culturale Osservatorio Fotografico

L'associazione culturale Osservatorio Fotografico nasce nel dicembre 2009, su iniziativa di Silvia Loddo, storica dell'arte e della fotografia, e un gruppo di otto fotografi attivi nel territorio ravennate: Emiliano Biondelli, Alessandra Dragoni, Cesare Fabbri, Marcello Galvani, Luca Gambi, Francesco Neri, Luca Nostri e Valentina Venturi.

 

L'obiettivo dell'associazione è quello di promuovere e diffondere la conoscenza della cultura fotografica; organizzare campagne fotografiche sul territorio, per documentarne le trasformazioni e le emergenze; organizzare incontri, seminari e convegni di studio; realizzare pubblicazioni sulle ricerche fotografiche, gli studi e le esperienze compiute.

 

Nei propositi dell'associazione rientrano anche progetti di conservazione, catalogazione e valorizzazione del patrimonio fotografico locale; la realizzazione di laboratori e corsi di aggiornamento sull'immagine fotografica, destinati a studenti e/o insegnanti e l'organizzazione di workshop e percorsi di studio e ricerca, sia in Italia che all'estero, sui temi della fotografia contemporanea.

 

Nel 2010 i fotografi dell'associazione hanno realizzato su commissione di Ravenna Festival una campagna fotografica sul cimitero monumentale di Ravenna; le immagini prodotte sono state utilizzate per il programma e il catalogo della ventesima edizione del festival.

 

Tra i progetti per il futuro c'è l'idea di organizzare un ciclo di incontri con fotografi ed esperti e studiosi di storia della fotografia in collaborazione con Luigi Tomassini, docente di Storia della fotografia alla facoltà di Conservazione dei beni culturali dell'Università di Bologna, sede di Ravenna, e presidente della Società italiana di studi sulla fotografia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -