Ravenna: una festa dedicata al "Villaggio globale"

Ravenna: una festa dedicata al "Villaggio globale"

Mercoledì  12 maggio oltre 600 ragazzi delle scuole primarie di tutta la provincia, assieme ai loro insegnanti, saranno i protagonisti della festa conclusiva del percorso interculturale "Vivere il/nel villaggio globale", che a partire dalle ore 9, animerà i Giardini Pubblici di viale Santi Baldini a Ravenna.

 

La festa  sarà  arricchita dalla lettura e animazione di favole, fiabe e leggende dal mondo, canti e balli tipici di numerosi Paesi, atelier grafico-pittorici su simboli e immagini delle diverse culture del mondo e giochi di gruppo tradizionali.

 

A metà mattinata il Villaggio Globale offrirà ai ragazzi delle classi una merenda a base di cioccolato, biscotti e banane del commercio equo e solidale. L'incontro è aperto a tutte le famiglie degli studenti partecipanti.

 

 "Anche quest'anno - spiega l'assessore provinciale alle politiche sociali e dell'immigrazione Emanuela Giangrandi - la Provincia ha reso possibile la realizzazione di questo progetto finanziato con il piano  per l'integrazione sociale dei cittadini stranieri, che si è sviluppato in trenta classi di diverse scuole primarie del territorio provinciale. Durante l'anno scolastico gli studenti hanno potuto mettere a confronto le proprie tradizioni, la propria cultura di provenienza con quella di una decina di persone provenienti  da altrettanti paesi del mondo, dalla Colombia al Giappone all'Albania con l'aiuto de gli operatori del Gruppo Scuola dell'Associazione di volontariato "Il Villaggio Globale. Questo confronto - continua la Giangrandi - è avvenuto attraverso racconti di vita quotidiana, laboratori di cucina, musiche, favole e molto altro ancora. La festa finale  è al contempo momento di incontro tra gli studenti e gli insegnanti delle classi partecipanti al progetto e tappa fondamentale del percorso didattico."

 

"Questa festa ci aiuta ad immaginare il futuro di Ravenna - conclude l'assessore Giangrandi - perciò vorrei che tutti coloro che di fronte alla società multiculturale nutrono preoccupazioni o paure potessero vedere la gioia e la vivacità dei bambini che giocano insieme nel "Villaggio Globale". Il senso profondo di questo percorso è proprio questo: l'incontro tra culture non deve azzerare le diverse identità, ma  aiutarne il rispettivo riconoscimento e la reciproca valorizzazione. E' con questo  spirito che si può costruire insieme una comunità multiculturale e multietnica, dove le diversità si conoscono, si confrontano e si arricchiscono, anzichè combattersi."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -